nov 262014
 

cisl ustOggi al San Paolo Palace di Palermo il Consiglio Generale dell’USR Cisl Sicilia ha eletto Segretario Generale Mimmo Milazzo  e componenti di segreteria Rosanna La Placa e Giorgio Tessitore.

Alla nuova Segreteria gli affettuosi auguri di buon lavoro dalla Cisl Scuola Palermo Trapani.

nov 232014
 

Francesco-Scrima_imagelarge

Perché la Cisl sciopera il 1° dicembre: una scelta di continuità e coerenza con la mobilitazione del lavoro pubblico

Francesco Scrima, segretario generale della Cisl Scuola spiega – in una lettera indirizzata a delegati ed iscritti – le ragioni dello sciopero della Scuola e di tutto il Pubblico Impiego indetto dalla Cisl per il prossimo 1° dicembre.

Care delegate e delegati, care iscritte e iscritti,

il 1° dicembre le federazioni della scuola e del lavoro pubblico della CISL hanno indetto lo sciopero per l’intera giornata, con le motivazioni e gli obiettivi su cui è stata condotta la mobilitazione sfociata nella grande manifestazione dell’8 novembre a Roma.

Eravamo in tanti, quel giorno, a chiedere un segnale vero e concreto di attenzione, fatto di scelte politiche precise, chiare e credibili nella prospettiva di:

  • riconoscere il giusto valore al lavoro nella scuola e nei pubblici servizi, cui è legato l’esercizio di fondamentali diritti di cittadinanza
  • colmare il divario che separa l’Italia dagli altri Paesi quanto a investimenti in conoscenza
  • considerare istruzione, formazione, università e ricerca come leve di crescita per l’intero sistema paese e farne i driver dello sviluppo
  • dare stabilità e certezze al lavoro, eliminando il ricorso abnorme a quello precario

Per il comparto scuola ribadivamo con forza richieste da tempo al centro della nostra iniziativa:

  • salvaguardare gli scatti di anzianità, che rappresentano l’unico fattore di dinamica salariale per il comparto, contrastando il tentativo di sottrarre alla contrattazione temi fondamentali come le retribuzioni e le carriere del personale
  • apertura di un confronto vero sulle tematiche dell’innovazione del sistema scolastico, anche per chiedere cambiamenti rispetto alle proposte del piano Buona Scuola in gran parte inaccettabili

Indicavamo tutti, quel giorno, come prima risposta che il Governo avrebbe dovuto dare, il rinnovo dei nostri contratti, fermi ormai da sei anni. Contratti necessari per assicurare le giuste tutele normative e salariali ai lavoratori, ma utili anche per rispondere attraverso soluzioni condivise alle esigenze di riqualificazione, innovazione e produttività della spesa pubblica.

Sulla richiesta di rinnovare i contratti si assumeva in quella manifestazione l’impegno a proseguire, se necessario, con altre iniziative di mobilitazione e di lotta unitarie su un obiettivo tipico e costitutivo dell’agire sindacale e che per sua natura consente di realizzare il massimo di condivisione e di compattezza.

In questo senso si stavano muovendo le federazioni del lavoro pubblico, pronte a proclamare un’azione di sciopero su cui stavano convergendo anche organizzazioni non aderenti alle tre confederazioni, ma la decisione assunta dalla CGIL di proclamare, da sola, uno sciopero generale per il 5 dicembre (la stessa ipotizzata per il possibile sciopero del pubblico impiego) modificava radicalmente il quadro.

Di fatto impediva di portare avanti l’iniziativa unitaria, per il sovrapporsi di altre motivazioni e obiettivi che oltre a non essere da tutti condivisi toglievano quella centralità e quella forza che tutti insieme si era deciso di dare al tema del lavoro pubblico e alla rivendicazione di una nuova stagione contrattuale.

La richiesta fatta dalla Cisl Lavoro Pubblico, di mantenere comunque una specifica iniziativa unitaria in continuità e coerenza con la giornata dell’8 novembre, non è stata accolta dalle federazioni aderenti a CGIL e UIL, non disponibili ad altre azioni di sciopero che non fossero quelle indette dalle loro confederazioni.

Ritenendo irrinunciabile la prosecuzione del percorso di mobilitazione del lavoro pubblico, da condurre nel massimo della chiarezza e della coerenza rispetto alla piattaforma unitariamente costruita e sostenuta, la CISL Lavoro Pubblico, preso atto anche degli esiti negativi dell’incontro del 17 novembre a Palazzo Chigi che vedevano confermato il blocco dei contratti per almeno un altro anno, proclamava lo sciopero per il 1° dicembre, unica data praticabile dopo la decisione della CGIL, e in seguito della UIL, di effettuare il loro sciopero il giorno 12 dicembre. Uno sciopero che, come già detto, va ben oltre la piattaforma del lavoro pubblico.

Il sindacato può interpretare il disagio e la sofferenza che attraversano la società e il mondo del lavoro solo mantenendo e rafforzando il suo ruolo specifico di soggetto negoziale, non accettando di essere relegato nell’angolo di una mera funzione di protesta da una politica che si erge a unico ed esclusivo attore di governo e di rappresentanza.

Col nostro sciopero ci opponiamo anche a questa strategia di impoverimento della dialettica sociale rivendicando, insieme a un contratto che valorizzi sul piano professionale e retributiva il personale, il diritto a un pieno esercizio del nostro ruolo di rappresentanza e tutela del lavoro.

Tutto ciò è l’esatto contrario di un atteggiamento di rassegnazione rispetto all’azione del Governo, che col nostro sciopero del 1° dicembre vogliamo richiamare al dovere di prestare la giusta attenzione alle attese del lavoro pubblico, a partire da quella di un rinnovo dei contratti di lavoro.

Sono certo che non mancherà l’impegno di tutti per dare alla nostra azione il massimo della forza e della visibilità.

Roma, 21 novembre 2014

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

nov 072014
 

Una grande manifestazione nazionale in difesa dei servizi pubblici, l’unico argine a una crisi che impoverisce le persone, aumenta le diseguaglianze e frena lo sviluppo.  Le categorie di Cgil, Cisl [continua a leggere]

set 202014
 

Prime note di commento della Cisl Scuola alle linee guida del governo per gli interventi sul sistema scolastico. Dossier linee guida

set 052014
 

Pubblicato l’elenco dei  posti disponibili per gli Incarichi a tempo determinato del personale ATA, profilo assistente tecnico per la convocazione del 08/09/2014. Elenco posti disponibili

set 052014
 

Pubblicato con Decreto Assessoriale n. 39 del 04.09.2014 il  Calendario scolastico 2014/2015. Calendario scolastico 2014/2015  

lug 022014
 

Sono stati prorogati al 3 luglio i termini di comunicazione delle domande e dei posti del II grado e al 23 luglio la pubblicazione dei movimenti.

giu 272014
 

Si è discusso di futuro all’Assemblea Nazionale della Cisl Scuola tenuta a Chianciano. I lavori, aperti  dalla relazione del segretario generale Francesco Scrima sulla situazione politico sindacale, e proseguiti con una comunicazione della [continua a leggere]

apr 172014
 

In occasione delle festività Pasquali, tutte le sedi territoriali della Cisl Scuola Palermo Trapani resteranno chiuse  dal   17 Aprile 2014  al 22 Aprile 2014.  

apr 072014
 

In occasione delle giornate di informazione – formazione Espero Day, gli uffici della Cisl Scuola Palermo Trapani,  sede territoriale di Palermo, resteranno chiusi nella giornata di Lunedì 7 Marzo 2014.

apr 052014
 

In merito alla  ”riqualificazione dell’insegnamento lingua straniera nella scuola primaria” pubblichiamo la riflessione di Ninni Bonacasa, già dirigente di :Cisl Scuola, che riteniamo precisa, puntuale e completa nell’evidenziare le contraddizioni [continua a leggere]

feb 202014
 

Le dimissioni del governo Letta, col quasi certo avvicendamento al Ministero dell’istruzione, relegano nel repertorio delle (buone?) intenzioni l’avvio di una fase costituente per la scuola, che l’on. Maria Chiara [continua a leggere]

feb 102014
 

Si comunica che L’USR Sicilia, di intesa con il Conservatorio di Palermo, sta procedendo all’attivazione dei percorsi abilitanti speciali relativamente alle seguenti classi di concorso: –    A077 Tutti i [continua a leggere]

gen 202014
 

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha pubblicato in data odierna gli elenchi definitivi dei candidati aventi/non aventi i requisiti per l’accesso ai Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) per la regione Sicilia. Con [continua a leggere]

gen 032014
 

  Si comunica che giorno 7 gennaio 2014 alle ore 15,30 presso l’Istituto Tecnico Industriale “Vittorio Emanuele III”  Via Duca della Verdura n. 48  -  Palermo, avrà luogo un’assemblea sindacale [continua a leggere]

dic 302013
 

Profonda commozione ha suscitato la morte, avvenuta ieri 27 dicembre  a Palermo, di Alessandra Siragusa, già parlamentare del Partito Democratico nella scorsa legislatura, nella quale aveva fatto parte della VII Commissione Cultura [continua a leggere]

dic 232013
 

Auguri di Buon Natale dalla Cisl Scuola Palermo Trapani  

nov 152013
 

La Cisl Sicilia aderisce allo sciopero di giorno 15 Novembre ma non partecipa alla manifestazioni che si terranno a livello locale. Si ricorda al personale della scuola che si potrà [continua a leggere]

ott 192013
 

L’Ufficio XV- Ambito territoriale per la provincia di Palermo ha pubblicato in data 18 Ottobre 2013 il calendario delle convocazioni per la stipula di contratti a tempo determinato per l’a.s. 2013/2014 [continua a leggere]

ott 122013
 

Le organizzazioni sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, con una lettera unitaria al Ministro  del Lavoro e delle Politiche Sociali, al  Ministro della Coesione Territoriale e ai Prefetti delle Province Siciliane, rappresentano  la [continua a leggere]

ago 302013
 

La Cisl Scuola, consapevole della crescente importanza dei nuovi canali comunicativi, mette a disposizione un nuovo strumento di informazione aperto a tutti coloro siano interessati a ricevere informazioni ed aggiornamenti [continua a leggere]