giu 262015
 

Francesco-Scrima_imagelargeL’offesa alla scuola è arrivata. Dura, cercata, voluta. E’ giunta con un voto di fiducia imposto contro ogni regola di buon senso e di saggezza politica, vista la delicatezza di una materia così complessa, centrale per la vita del Paese e il suo futuro. Il Governo ha ottenuto la fiducia del Senato, ma ha cocciutamente voluto perdere quella della Scuola. Non ci rassegniamo all’arroganza di chi non ha voluto ascoltare le ragioni di una protesta a cui hanno partecipato, oltre ai lavoratori del settore, anche famiglie, studenti, parti importanti della società civile. A settembre, con la ripresa delle lezioni, la scuola si troverà ad affrontare il caos per colpa di una riforma destabilizzante che dovrà essere solo contrastata. Continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi, non escluse le aule dei tribunali.

Roma, 25 giugno 2015 Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

giu 262015
 

Si riporta, di seguito, il testo della dichiarazione di voto in Aula del Sen. Roberto Ruta, in dissenso dal gruppo PD, sulla questione di fiducia posta dal Governo sul ddl Buona scuola.

“Presidente, colleghi senatori, intervengo in dissenso dal mio gruppo perché non voterò la fiducia richiesta sul testo della c.d. buona scuola.
Ho chiesto invano con altri colleghi di separare il provvedimento per le assunzioni dal resto della riforma.
Ho detto si all’assunzione dei centomila precari ma ho chiesto invano di prevedere un piano triennale di assunzioni per evitare discriminazioni verso i docenti del TFA, dei PASS o i docenti c.d. immobilizzati.
Ho detto si alla valutazione dei docenti ma ho proposto che venissero introdotti criteri oggettivi per assegnare le premialità stipendiali, criteri nazionali definiti in legge o definiti dall’Aran (l’agenzia per la rappresentanza negoziale per le pubbliche amministrazioni, Istituzione pubblica il cui presidente è nominato dal Presidente della Repubblica).
Ho detto si alla possibilità per i presidi di scegliere i docenti ma solo per il potenziamento dell’organico, lasciando le graduatorie come strumento aureo per l’assegnazione delle cattedre ai docenti.
In tal senso ho depositato emendamenti e sono intervenuto più volte in commissione Istruzione del Senato, per spiegare, da docente, le ragioni del dissenso registrato da chi vive quotidianamente la scuola, manifestato con l’adesione quasi unanime allo sciopero del 5 maggio scorso.
In tal senso voglio dire con forza che nel programma elettorale di Italia bene comune, coalizione PD – SEL, al quale mi sento vincolato perché su quello abbiamo chiesto il consenso popolare, abbiamo scritto testualmente “Vogliamo cambiare la scuola insieme agli insegnanti, – insieme e non contro – , per combattere la dispersione scolastica, fenomeno che è il vero nemico della crescita economica, della legalità e del successo formativo personale.”.
In tal senso avrei investito quei 200 milioni di euro di premialità, dandoli alle scuole di aree urbane disagiate dove forte è la dispersione scolastica perché, come mirabilmente detto da Don Lorenzo Milani, “se si perdono i ragazzi più difficili la scuola non è più scuola: è un ospedale che cura i sani e respinge i malati.”.
La scuola non ha bisogno di autoritarismo ma di autorevolezza; i docenti devono essere assegnati alle scuole in base alle graduatorie e devono essere valutati ma in base a criteri oggettivi e non in base ad una valutazione arbitraria del dirigente scolastico: la scuola deve compiere il proprio percorso su basi democratiche affidandosi non alla bontà delle persone e nello specifico dei presidi ma alla bontà delle regole.
La scuola è la formazione sociale più importante dopo la famiglia e come sottolineava Piero Calamandrei “si può ben dire che a lungo andare la scuola è più importante del Parlamento, della Magistratura e della Corte Costituzionale, perché trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere“, per questo deve vedere esaltati il dettato costituzionale della responsabilità in quanto comunità educante così come quello della libertà d’insegnamento.
Semplicemente e grandemente.
Grazie.”

Roma, 25 giugno 2015

giu 262015
 

Si è svolto stamattina, alle 8.30 presso il Miur, l’incontro con il sottosegretario Faraone, incontro convocato in seguito alla richiesta inviata al Ministro venerdì scorso dalle organizzazioni sindacali.

E’ stata richiesta la sospensione del taglio di 2020 posti di personale ATA previsti dalla Legge di Stabilità, denunciando le gravissime difficoltà in cui si troveranno le scuole a settembre se gli organici di detto personale saranno quelli che attualmente il SIDI sviluppa per determinare una riduzione di 1165 assistenti amministrativi e 855 collaboratori scolastici.

Il taglio si ottiene applicando tabelle diverse da quelle previste dal Regolamento vigente (il decreto n.119 del 2009) e che la Legge di Stabilità prevede debbano essere modificate con un Decreto che, fino ad ora, non è stato però emanato.
Il Sottosegretario si è impegnato ad una verifica rispetto alla richiesta sindacali e ha aggiornato l’incontro a giovedì prossimo, 2 luglio.

Alle ore 11, con è proseguito – con i dirigenti Miur della Direzione del Personale – il confronto avviato a seguito della richiesta di venerdì scorso di attivazione della procedura di concertazione prevista dal CCNL.

L’amministrazione ha dichiarato di non poter sospendere la procedura (il CCNL prevede che la concertazione si concluda entro 7 giorni) ma, tenuto conto dell’appuntamento di giovedì prossimo con il Sottosegretario, si è impegnata a non inviare per il momento la circolare ministeriale sull’argomento.

apr 102015
 

Scarica la newsletter del mese di Aprile clicca qui per continuare a leggere       

gen 072015
 

  Si voterà dal 3 al 5 marzo 2015 in tutte le scuole per il rinnovo delle RSU. Negli stessi giorni saranno interessati al voto tutti i settori del lavoro pubblico. Un grande [continua a leggere]

nov 072014
 

Una grande manifestazione nazionale in difesa dei servizi pubblici, l’unico argine a una crisi che impoverisce le persone, aumenta le diseguaglianze e frena lo sviluppo.  Le categorie di Cgil, Cisl [continua a leggere]

set 202014
 

Prime note di commento della Cisl Scuola alle linee guida del governo per gli interventi sul sistema scolastico. Dossier linee guida

set 052014
 

Pubblicato l’elenco dei  posti disponibili per gli Incarichi a tempo determinato del personale ATA, profilo assistente tecnico per la convocazione del 08/09/2014. Elenco posti disponibili

set 052014
 

Pubblicato con Decreto Assessoriale n. 39 del 04.09.2014 il  Calendario scolastico 2014/2015. Calendario scolastico 2014/2015  

lug 022014
 

Sono stati prorogati al 3 luglio i termini di comunicazione delle domande e dei posti del II grado e al 23 luglio la pubblicazione dei movimenti.

giu 272014
 

Si è discusso di futuro all’Assemblea Nazionale della Cisl Scuola tenuta a Chianciano. I lavori, aperti  dalla relazione del segretario generale Francesco Scrima sulla situazione politico sindacale, e proseguiti con una comunicazione della [continua a leggere]

apr 172014
 

In occasione delle festività Pasquali, tutte le sedi territoriali della Cisl Scuola Palermo Trapani resteranno chiuse  dal   17 Aprile 2014  al 22 Aprile 2014.  

apr 072014
 

In occasione delle giornate di informazione – formazione Espero Day, gli uffici della Cisl Scuola Palermo Trapani,  sede territoriale di Palermo, resteranno chiusi nella giornata di Lunedì 7 Marzo 2014.

apr 052014
 

In merito alla  ”riqualificazione dell’insegnamento lingua straniera nella scuola primaria” pubblichiamo la riflessione di Ninni Bonacasa, già dirigente di :Cisl Scuola, che riteniamo precisa, puntuale e completa nell’evidenziare le contraddizioni [continua a leggere]

feb 202014
 

Le dimissioni del governo Letta, col quasi certo avvicendamento al Ministero dell’istruzione, relegano nel repertorio delle (buone?) intenzioni l’avvio di una fase costituente per la scuola, che l’on. Maria Chiara [continua a leggere]

feb 102014
 

Si comunica che L’USR Sicilia, di intesa con il Conservatorio di Palermo, sta procedendo all’attivazione dei percorsi abilitanti speciali relativamente alle seguenti classi di concorso: –    A077 Tutti i [continua a leggere]

gen 202014
 

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha pubblicato in data odierna gli elenchi definitivi dei candidati aventi/non aventi i requisiti per l’accesso ai Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) per la regione Sicilia. Con [continua a leggere]

gen 032014
 

  Si comunica che giorno 7 gennaio 2014 alle ore 15,30 presso l’Istituto Tecnico Industriale “Vittorio Emanuele III”  Via Duca della Verdura n. 48  -  Palermo, avrà luogo un’assemblea sindacale [continua a leggere]

dic 302013
 

Profonda commozione ha suscitato la morte, avvenuta ieri 27 dicembre  a Palermo, di Alessandra Siragusa, già parlamentare del Partito Democratico nella scorsa legislatura, nella quale aveva fatto parte della VII Commissione Cultura [continua a leggere]

dic 232013
 

Auguri di Buon Natale dalla Cisl Scuola Palermo Trapani  

nov 152013
 

La Cisl Sicilia aderisce allo sciopero di giorno 15 Novembre ma non partecipa alla manifestazioni che si terranno a livello locale. Si ricorda al personale della scuola che si potrà [continua a leggere]

ott 192013
 

L’Ufficio XV- Ambito territoriale per la provincia di Palermo ha pubblicato in data 18 Ottobre 2013 il calendario delle convocazioni per la stipula di contratti a tempo determinato per l’a.s. 2013/2014 [continua a leggere]

ott 122013
 

Le organizzazioni sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, con una lettera unitaria al Ministro  del Lavoro e delle Politiche Sociali, al  Ministro della Coesione Territoriale e ai Prefetti delle Province Siciliane, rappresentano  la [continua a leggere]

ago 302013
 

La Cisl Scuola, consapevole della crescente importanza dei nuovi canali comunicativi, mette a disposizione un nuovo strumento di informazione aperto a tutti coloro siano interessati a ricevere informazioni ed aggiornamenti [continua a leggere]