giu 172016
 

importante3Giunti alla fine dell’anno scolastico può essere utile ribadire alcuni aspetti inerenti i diritti, gli oneri ed obblighi di servizio del personale docente in questa particolare fase in cui è concluso l’ordinario svolgimento dell’attività “frontale” con le classi.

Ciò anche al fine di fare chiarezza rispetto a situazioni, segnalate anche quest’anno da vari territori, in cui si vorrebbero imporre al personale docente, nei periodi in cui non si svolge attività didattica, obblighi di generica presenza in servizio che non trovano riscontro né alcun fondamento nelle disposizioni di legge e contrattuali vigenti.

Si veda su questo la specifica scheda predisposta dall’Ufficio Sindacale-Legislativo della Cisl Scuola.

giu 172016
 

Questi i contenuti principali dell’ipotesi di CCNI firmata al MIUR mercoledì 15 giugno 2016 sulla mobilità annuale (assegnazioni provvisorie e utilizzazioni) per l’A.S. 2016/17.
Per tutti i docenti, compresi i neo assunti nell’a.s. 2015/16 che risulteranno trasferiti su ambito territoriale, le operazioni saranno, come di consueto, gestite dagli Uffici territoriali con assegnazione della sede di servizio su scuola. Il piano delle disponibilità per le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie deve comprende sia i posti di organico di diritto (organico dell’autonomia) sia i posti e le frazioni orario dell’organico di fatto.
Confermata al comma 13 dell’art. 1 la clausola di salvaguardia che consentirà la riapertura del confronto, anche su richiesta di un solo soggetto firmatario, a seguito di successivi provvedimenti che abbiano incidenza sulle materie disciplinate dal CCNI.
Di seguito proponiamo una sintesi delle principali novità.

Docenti destinatari delle utilizzazioni - Art. 2
Tra i docenti destinatari delle utilizzazioni sono stati ricompresi i titolari di sostegno della scuola secondaria di II grado – ex DOS - che non abbiano potuto ottenere la conferma della titolarità sulla scuola di utilizzazione dell’a.s 2015/16 o che siano stati trasferiti d’ufficio su sede (art. 1 comma 1 lettere d) e g);
nel nuovo comma 4 per i docenti neo assunti da Gae nelle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni che, non avendo ottenuto un Ambito territoriale di titolarità, sono rimasti assegnati, per il solo anno scolastico 2016/17, alla provincia di immissione in ruolo, è stato precisato che si procederà alla loro assegnazione su una scuola, anche in soprannumero, al termine di tutte le operazioni.
Nello stesso articolo è stato introdotto il nuovo comma 6 in cui si precisa che il titolare di cattedra costituita tra più scuole completa l’orario nella scuola di titolarità, qualora nella stessa si determini una disponibilità di ore.
La stessa precisazione è stata prevista nel nuovo comma 7 (ultimo periodo) per i docenti di religione cattolica.
Per gli stessi docenti, nei casi di riduzione dell’orario obbligatorio di insegnamento fino ad un quinto, è stato inoltre chiarito, nello stesso comma, che se non è possibile il completamento dell’orario nella scuola di servizio, i docenti di religione sono utilizzati per le ore mancanti nella stessa scuola, prioritariamente per lo svolgimento di supplenze temporanee. Se poi i docenti di religione sono in servizio su più scuole, per tali ore resteranno a disposizione nella scuola dove si è verificata la riduzione, oppure nella prima scuola di servizio, qualora nella scuola di completamento le ore si esauriscano.
Sempre per i docenti di religione cattolica è stato integrato il comma 11 dell’art. 2 con una precisazione relativa ai docenti a cui è stata revocata l’idoneità all’insegnamento, per i quali si prevede un trattamento analogo a quello disposto per i docenti in esubero al comma 3 dell’art. 2.

Licei musicali e coreutici - Art. 6 bis
Tra i destinatari delle utilizzazioni nei nuovi insegnamenti dei licei musicali sono stati previsti anche i docenti assunti nel 2015/16 che vi hanno prestato servizio sullo specifico insegnamento come supplenti fino al termine delle attività didattiche (comma 1 e comma 11).
Nell’articolo è stata introdotto il nuovo comma 12 con cui si prevede che nei casi di riduzione delle ore, la conferma dei docenti già utilizzati è effettuata sulla base degli anni di servizio effettivo (anche a tempo determinato) prestati nello stesso Liceo e nella stessa disciplina.
Quanto alle disponibilità ulteriori, è stato previsto uno specifico comma (comma 13) in cui con la nota 1 è stato chiarito che per ulteriori disponibilità si intendono le nuove ore che si aggiungono a quelle già presenti nella specifica disciplina nell’a.s. 2015/16.

Assegnazioni provvisorie del personale docente - Art. 7
Il testo dell’articolo, oltre ad essere oggetto di integrazioni, è stato rivisitato per esigenza di maggiore chiarezza in alcuni passaggi.
Al comma 1 è stato precisato che i anche docenti titolari di ambito territoriale possono presentare domanda di assegnazione provvisoria. Gli stessi docenti possono presentare la domanda anche se l’ambito di titolarità comprende il comune di ricongiungimento (comma 11).
Nel comma 3 è stata prevista – per i docenti neo assunti da Graduatoria del concorso ordinario nelle fasi b e C - la possibilità di chiedere l’assegnazione provvisoria, in subordine alla provincia di ricongiungimento, anche per più province della stessa regione, se coincidente con quella di inclusione nella graduatoria di merito del concorso.
Nel comma 4 è stata prevista la possibilità di presentare la domanda – oltre che per diverso grado o classe di concorso - anche per tipologia di posto diverso da quello di titolarità (sostegno, posti di tipo speciali o ad indirizzo didattico differenziato), fatto salvo il vincolo quinquennale e il possesso dello specifico titolo.
Nel comma 5 è stato precisato che la domanda di assegnazione provvisoria per diverso grado di istruzione può essere chiesta dai docenti che hanno ottenuto la conferma in ruolo per l’a.s. 2016/17 (anche neo assunti nell’a.s. 2015/16).
Al comma 7 è stato chiarito che per comune di ricongiungimento si deve intendere non solo la residenza, ma anche il domicilio del familiare assistito, analogamente a quanto previsto per i beneficiari della precedenza IV dell’art. 8. La stessa integrazione è stata apportata alla tabella di valutazione dei titoli per le assegnazioni provvisorie, Allegato2. In tal senso sono stati integrati anche l’art. 17 del personale ATA e la relativa tabella di valutazione, Allegato 5.
Infine è stata introdotta, nel comma 13, la possibilità di scambio di posto tra docenti titolari del medesimo insegnamento qualora non siano stati soddisfatti con la domanda di assegnazione provvisoria interprovinciale.
Per questa procedura, da attivarsi a domanda e al termine delle operazioni, sono previste successive indicazioni, d’intesa con le OOSS, al fine di assicurare la necessaria trasparenza e omogeneità di comportamenti.

Sistema delle precedenze – Art. 8 – precedenza IV
La precedenza IV – assistenza al familiare disabile – è stata modificata analogamente a quanto previsto nel CCNI sulla mobilità, introducendo la priorità per i genitori ed i tutori.
Per le lavoratori madri e i lavoratori padri, la precedenza per i figli, prima riconosciuta fino a 3 anni, è stata ampliata fino ai 6 anni di età (lettera l).
Inoltre, limitatamente alle assegnazioni provvisorie interprovinciali, è stata introdotta una nuova precedenza per i figli da 6 a 12 anni (lettera m). In tal senso è stato integrato anche l’art. 18 del personale ATA.

Personale ATA
Negli articoli 12 e 13 sono stati previsti, in presenza di esubero, posti aggiuntivi nel quadro delle disponibilità da costituire per le diverse esigenze di funzionamento e supporto correlate ai nuovi compiti e adempimenti richiesti alle istituzioni scolastiche dai processi di riforma.

giu 172016
 

La Cisl Scuola torna a verificare lo stato di avanzamento dei lavori sulla controversa questione del bonus per la valorizzazione professionale dei docenti e ha avviato da poco un secondo monitoraggio attraverso i suoi delegati e rappresentanti RSU. In pochi giorni sono già 1.500 le scuole di cui sono pervenuti i dati, raccolti sulla base di un questionario a risposta chiusa con cui si tasta il polso di una categoria che, stando alle risposte, conferma un atteggiamento di prevalente perplessità e dissenso rispetto all’innovazione introdotta, ma esprime comunque una forte volontà di presenza e protagonismo anche su una materia a così alto tasso di criticità.
La definizione dei criteri da parte dei Comitati di Valutazione, ormai deliberata nel 90,6% delle scuole, è stata assunta all’unanimità nel 72,8% dei casi; laddove la delibera è passata a maggioranza, un voto totalmente contrario dell’intera componente docenti si è avuto solo nel 3,1% dei casi (hanno votato a favore nel 42,7%, si sono divisi tra favorevoli e contrari nel 54,3% dei casi). Trascurabile la percentuale delle situazioni in cui la deliberà è passata col voto contrario del dirigente (solo 9 volte, 3,4%).
Molto bassa (11,2%) la percentuale delle scuole in cui si registra un prevalente atteggiamento di consenso da parte degli insegnanti; lo stato d’animo nettamente più diffuso è quello di una “perplessità” che investe il 56,6% delle scuole. Quelle in cui prevale un netto dissenso sono il 21,1%, mentre domina l’indifferenza in 158 scuole (11,1%).
Per una più dettagliata analisi occorre attendere la chiusura della rilevazione, che si protrarrà ancora per qualche giorno, ma il segnale che emerge dalle risposte raccolte sembra già abbastanza chiaro: gli insegnanti non giudicano positivamente la novità introdotta col bonus, ma non si rassegnano a subirla passivamente.
Se dovessimo ricorrere a una metafora per descrivere i comportamenti che emergono – dichiara la segretaria generale della Cisl Scuola, Maddalena Gissi - potremmo dire ‘né guerriglia, né Aventino’, ma un corpo professionale che non tralascia mai le opportunità di intervenire nel merito delle questioni, senza fughe né arroccamenti, assicurando un suo qualificato contributo di elaborazione e di proposta ogni qual volta è messo in condizione di essere attore dei processi che lo riguardano. È la conferma di quanto andiamo da tempo sostenendo – prosegue la segretaria generale - in tema di valorizzazione del merito non vi sono atteggiamenti di rifiuto pregiudiziale , dissensi e perplessità nascono da modalità ‘discutibili e mai discusse’, estranee e lontane dalle migliori esperienze del mondo della scuola, al quale si vorrebbero imporre in modo unilaterale. La sede più giusta e opportuna di confronto e di decisione su questi temi – conclude - resta quella contrattuale: incredibile che questo Governo non se ne renda conto e si rifiuti di accettarlo, preferendo solleticare qualche vanità verticistica piuttosto che valorizzare le vie e gli strumenti del dialogo e della condivisione”.

apr 092016
 

Le operazioni di mobilità per l’anno 2016/17, dopo la definizione del Contratto Integrativo con i principali Sindacati del comparto scuola, prevedono due fasi distinte. Nella prima fase (A dell’art 6 [continua a leggere]

feb 062016
 

La Cisl Scuola Sicilia in collaborazione con l’IRSEF-IRFED nazionale organizza un percorso formativo in preparazione all’imminente Concorso Docenti. Il corso è rivolto esclusivamente agli iscritti Cisl Scuola Sicilia, si svolgerà [continua a leggere]

lug 222015
 

Mobilità Dirigenti Scolastici a.s. 2015/16  L’USR ha pubblicato in data odierna i mutamenti di incarico dei Dirigenti scolastici decorrenti dal 1/9/2015 come risultanti nell’unito prospetto A, che costituisce parte integrante del [continua a leggere]

apr 102015
 

Scarica la newsletter del mese di Aprile clicca qui per continuare a leggere       

gen 072015
 

  Si voterà dal 3 al 5 marzo 2015 in tutte le scuole per il rinnovo delle RSU. Negli stessi giorni saranno interessati al voto tutti i settori del lavoro pubblico. Un grande [continua a leggere]

nov 072014
 

Una grande manifestazione nazionale in difesa dei servizi pubblici, l’unico argine a una crisi che impoverisce le persone, aumenta le diseguaglianze e frena lo sviluppo.  Le categorie di Cgil, Cisl [continua a leggere]

set 202014
 

Prime note di commento della Cisl Scuola alle linee guida del governo per gli interventi sul sistema scolastico. Dossier linee guida

set 052014
 

Pubblicato l’elenco dei  posti disponibili per gli Incarichi a tempo determinato del personale ATA, profilo assistente tecnico per la convocazione del 08/09/2014. Elenco posti disponibili

set 052014
 

Pubblicato con Decreto Assessoriale n. 39 del 04.09.2014 il  Calendario scolastico 2014/2015. Calendario scolastico 2014/2015  

lug 022014
 

Sono stati prorogati al 3 luglio i termini di comunicazione delle domande e dei posti del II grado e al 23 luglio la pubblicazione dei movimenti.

giu 272014
 

Si è discusso di futuro all’Assemblea Nazionale della Cisl Scuola tenuta a Chianciano. I lavori, aperti  dalla relazione del segretario generale Francesco Scrima sulla situazione politico sindacale, e proseguiti con una comunicazione della [continua a leggere]

apr 172014
 

In occasione delle festività Pasquali, tutte le sedi territoriali della Cisl Scuola Palermo Trapani resteranno chiuse  dal   17 Aprile 2014  al 22 Aprile 2014.  

apr 072014
 

In occasione delle giornate di informazione – formazione Espero Day, gli uffici della Cisl Scuola Palermo Trapani,  sede territoriale di Palermo, resteranno chiusi nella giornata di Lunedì 7 Marzo 2014.

apr 052014
 

In merito alla  ”riqualificazione dell’insegnamento lingua straniera nella scuola primaria” pubblichiamo la riflessione di Ninni Bonacasa, già dirigente di :Cisl Scuola, che riteniamo precisa, puntuale e completa nell’evidenziare le contraddizioni [continua a leggere]

feb 202014
 

Le dimissioni del governo Letta, col quasi certo avvicendamento al Ministero dell’istruzione, relegano nel repertorio delle (buone?) intenzioni l’avvio di una fase costituente per la scuola, che l’on. Maria Chiara [continua a leggere]

feb 102014
 

Si comunica che L’USR Sicilia, di intesa con il Conservatorio di Palermo, sta procedendo all’attivazione dei percorsi abilitanti speciali relativamente alle seguenti classi di concorso: –    A077 Tutti i [continua a leggere]

gen 202014
 

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha pubblicato in data odierna gli elenchi definitivi dei candidati aventi/non aventi i requisiti per l’accesso ai Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) per la regione Sicilia. Con [continua a leggere]

gen 032014
 

  Si comunica che giorno 7 gennaio 2014 alle ore 15,30 presso l’Istituto Tecnico Industriale “Vittorio Emanuele III”  Via Duca della Verdura n. 48  -  Palermo, avrà luogo un’assemblea sindacale [continua a leggere]

dic 302013
 

Profonda commozione ha suscitato la morte, avvenuta ieri 27 dicembre  a Palermo, di Alessandra Siragusa, già parlamentare del Partito Democratico nella scorsa legislatura, nella quale aveva fatto parte della VII Commissione Cultura [continua a leggere]

dic 232013
 

Auguri di Buon Natale dalla Cisl Scuola Palermo Trapani  

nov 152013
 

La Cisl Sicilia aderisce allo sciopero di giorno 15 Novembre ma non partecipa alla manifestazioni che si terranno a livello locale. Si ricorda al personale della scuola che si potrà [continua a leggere]

ott 192013
 

L’Ufficio XV- Ambito territoriale per la provincia di Palermo ha pubblicato in data 18 Ottobre 2013 il calendario delle convocazioni per la stipula di contratti a tempo determinato per l’a.s. 2013/2014 [continua a leggere]

ott 122013
 

Le organizzazioni sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, con una lettera unitaria al Ministro  del Lavoro e delle Politiche Sociali, al  Ministro della Coesione Territoriale e ai Prefetti delle Province Siciliane, rappresentano  la [continua a leggere]

ago 302013
 

La Cisl Scuola, consapevole della crescente importanza dei nuovi canali comunicativi, mette a disposizione un nuovo strumento di informazione aperto a tutti coloro siano interessati a ricevere informazioni ed aggiornamenti [continua a leggere]

mag 032016
 

Al fine di raccogliere e monitorare lo stato di avanzamento dei lavori dei Comitati di Valutazione costituitisi nelle Istituzioni Scolastiche con il compito di definire i criteri per la valorizzazione [continua a leggere]

mag 032016
 

DAL 20 GIUGNO GLI UFFICI DELLA SEGRETERIA TERRITORIALE DI PALERMO RESTERANNO APERTI IL LUNEDI’, MERCOLEDI’ E VENERDI’ DALLE 9 ALLE 13