feb 152019
 

a_45883c49cdI sindacati scuola e il mondo dell’associazionismo, con un appello diffuso oggi 15 febbraio, esprimono il loro più netto dissenso riguardo alla richiesta di ulteriori e particolari forme di autonomia in materia di istruzione avanzata dalle Regioni Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, a cui sono seguite quelle di altre regioni. Si tratta di un’ipotesi che pregiudica la tenuta unitaria del sistema nazionale in un contesto nel quale già esistono forti squilibri fra aree territoriali e regionali. I diritti dello stato sociale, sanciti nella Costituzione in materia di sanità, istruzione, lavoro, ambiente, salute, assistenza vanno garantiti in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale.  Continue reading »

feb 152019
 

bandiereunitarie2_23Le misure contenute nella Legge di Bilancio intervengono sul reclutamento del personale docente della scuola, introducendo non pochi elementi di novità che tuttavia non sono in grado di garantire un regolare avvio dell’anno scolastico.
Al fine di rimuovere alla radice una serie di criticità altrimenti destinate fatalmente a riproporsi, è indispensabile:

  • prevedere una fase transitoria finalizzata all’immissione in ruolo dei docenti già abilitati o con tre anni di servizio
  • consentire l’accesso alle procedure concorsuali per più classi di concorso
  • garantire l’istituzione di corsi di specializzazione su sostegno per tutti gli ordini di scuola in numero adeguato al fabbisogno Continue reading »
feb 142019
 

l_d762e4adf1È semplicemente inaudito. Mi chiedo in nome di quale popolo un governo che si definisce del popolo si appresti a manomettere il sistema nazionale d’istruzione, un percorso che va avanti da mesi alla chetichella, quasi di nascosto, come se si trattasse di una questione che si può risolvere solo con le regioni cosiddette interessate. Allora è il momento di dire che quando si stravolge un assetto i cui principi sono fissati dalla Costituzione a essere interessate sono tutte le Regioni, non solo quelle che rivendicano più autonomia, a essere interessato è l’intero Paese, che il governo del popolo ha deciso di tenere completamente ai margini, come rischia di avvenire per lo stesso Parlamento”.  Continue reading »

feb 112019
 

thRinnovare il contratto, rendere stabile il lavoro, bloccare ogni tentativo di regionalizzazione del sistema di istruzione: sono i temi centrali che i sindacati del comparto istruzione e ricerca porranno in evidenza nella manifestazione di domani a Roma. Appuntamento domani mattina alle 9.00 a Piazza della Repubblica. Nel corteo che si snoderà fino a piazza San Giovanni, lo striscione della scuola sarà al secondo posto dopo quello che aprirà la manifestazione.
Proprio per fare il punto dei temi che saranno al centro dell’azione sindacale dei prossimi mesi è stata convocata, oggi pomeriggio al Teatro Eliseo, la riunione degli organismi statutari nazionali di FLC CGIL, CISL FSUR, Federazione UIL SCUOLA RUA.  Continue reading »

feb 062019
 

inpsCessazioni dal servizio del personale scolastico dal 1° settembre 2019 a seguito delle disposizioni in materia di accesso al trattamento di pensione anticipata introdotte dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n.4. Indicazioni operative (nota Miur prot. n. 4644 del 1°.2.2019)

LE DOMANDE DAL 4 AL 28 FEBBRAIO

Il Miur ha emanato la nota prot. n. 4644 del 1° febbraio 2019 con la quale l’Amministrazione rende note le procedure per la presentazione della domanda di pensione da parte dei lavoratori dipendenti interessati dalle disposizioni concernenti: Continue reading »

gen 312019
 

facebook_1548934047884Diffusi dal MIUR i dati definitivi delle domande di partecipazione al concorso per DSGA inoltrate attraverso istanze on line alla chiusura dei termini di invio.
Altissimo il numero delle domande, che sono in totale 102.900; in pratica i candidati sono 56,1 per ogni posto messo a concorso, con una punta di 237 domande per ogni posto in palio nella regione Puglia, e un minimo di 21,8 domande per ogni posto nella regione Piemonte. Continue reading »

gen 312019
 

a_49289ee91bCon il Messaggio 402 del 29 gennaio l’INPS comunica la riapertura delle domande per il riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE SOCIALE, forma di anticipo pensionistico (da cui l’acronimo APE) introdotta in via sperimentale dalla legge di bilancio per il 2017 (Legge 11 dicembre 2016, n. 232), sperimentazione prorogata per l’anno 2019 dal Decreto Legge n.4/2019 contenente i nuovi requisiti in materia di previdenza. La proroga riguarda espressamente l’APE SOCIALE, modalità nella quale l’indennità che sostituisce il trattamento di pensione, corrisposta per dodici mesi all’anno fino alla maturazione del diritto a pensione di vecchiaia, è a totale carico dello Stato e non comporta dunque alcuna restituzione, come invece era previsto per l’anticipo volontario.  Continue reading »

gen 312019
 

Oggi come sempre

Dedicato a quanti considerano la manifestazione del 9 febbraio un’iniziativa di segno “politico”, che i sindacati avrebbero indetto per ostilità al Governo oggi in carica, a fronte di presunte inerzie o “indulgenze” verso quelli precedenti. In realtà, è sufficiente questa breve carrellata per smentire ogni illazione, facendo memoria delle principali iniziative di mobilitazione – e solo di quelle, perchè in realtà sono state molto più numerose e diffuse – con cui la voce delle lavoratrici e dei lavoratori si è fatta sentire, ieri come oggi, su temi come il lavoro e la previdenza. Azioni condotte in presenza di Governi e maggioranze di ogni orientamento e di ogni diverso colore politico. Come è giusto e doveroso che sia per un sindacato libero e autonomo, forte di un mandato di rappresentanza che esclude ogni forma di subalternità e condizionamento. Un sindacato rispettoso delle Istituzioni ma anche fortemente determinato a far valere il suo ruolo di protagonista del dialogo sociale, fattore importante di coesione per l’intera comunità e trama essenziale del tessuto democratico.
Per questo anche la manifestazione del 9 febbraio, oltre alla rivendicazione sulle tante questioni di merito su cui è incentrata, assume il significato e il valore di un evento importante di partecipazione e di democrazia.

File:

Video: ma i sindacati dov’erano?

 

gen 312019
 

s_da0ce97f87La previsione di un’elevata affluenza alla manifestazione di sabato 9 febbraio ha indotto le Confederazioni a spostarne il luogo di svolgimento, inizialmente individuato in piazza del Popolo. La scelta è caduta su Piazza S. Giovanni, che i manifestanti raggiungeranno in corteo partendo – come già era previsto – da piazza della Repubblica, dove il raduno comincerà attorno alle ore 9. Saranno i tre segretari generali Maurizio Landini (CGIL), Annamaria Furlan (CISL) e Carmelo Barbagallo (UIL) a chiudere con i loro interventi la manifestazione.
Nel frattempo è stato diffuso da CGIL, CISL e UIL un “volantone” che ne illustra in dettaglio contenuti e obiettivi.
#FuturoalLavoro è lo slogan che caratterizza l’iniziativa dei sindacati.

File:

gen 142019
 

c_b0bd652140Venerdì 28 dicembre 2018, è stata effettuata la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (col n. 102 del 28-12-2018) del bando di concorso per il reclutamento di 2.004 Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) per le scuole statali di ogni ordine e grado. La procedura concorsuale, per titoli ed esami, si articola su base regionale. La domanda di partecipazione potrà essere presentata esclusivamente online, attraverso l’applicazione POLIS, da domani, 29 dicembre 2018, fino a tutto il 28 gennaio 2019. Sarà possibile presentare domanda per una sola Regione.  Continue reading »

gen 112019
 

m_bdcdde0630Nella Gazzetta Ufficiale n. 2, Serie “Concorsi ed esami“, dell’8.1.2019 sono stati pubblicati i due bandi di concorso per la selezione del personale della scuola da destinare all’estero (Dirigenti Scolastici, docenti e personale ATA, limitatamente ai profili di Dsga e assistente amministrativo). Alla procedura di selezione può partecipare il personale con contratto a tempo indeterminato che abbia maturato, all’atto della presentazione della domanda, un serivizo effettivo, dopo il periodo di prova, di almeno 3 anni nel ruolo/profilo di attuale appartenenza (non si valuta l’anno in corso).  Continue reading »

gen 072019
 

Porta la data del 31 dicembre 2018 il CCNI per la mobilità del personale docente, educativo e ATA per il 2019/20. Seguirà prossimamente l’Ordinanza Ministeriale che fisserà come di consueto le scadenze per la presentazione delle domande e le date di pubblicazione dei movimenti.
Nei prossimi giorni renderemo disponibili materiali di illustrazione e approfondimento dei contenuti del contratto.