mar 132019
 

Il corso di preparazione alle prove di accesso al Tfa sostegno avrà inizio in data 13 marzo 2019 come da programma.
Le lezioni si terranno a Palermo presso i locali dell’Istituto Immacolata Concezione sito in Via Marchese di Villabianca al numero civico 99.
Si precisa che l’ingresso ai locali dovrà avvenire dall’entrata laterale e pertanto dalla Via Generale Streva ( di fronte stazione rifornimento carburante Esso come da cartina allegata).
La zona in cui è ubicata la struttura non presenta vincoli legati alla ZTL e pertanto è liberamente accessibile.
Si raccomanda la massima puntualità.

Il corso è riservato esclusivamente ai candidati già iscritti e non sono previste ulteriori inserimenti.
cartina-sede-incontrilocandina-corso-tfa-sostegno-12_03_2019

dic 302018
 

L’On. Flora (M5S) ci ha oggi comunicato l’approvazione di un suo ordine del giorno, partendo da una relazione tecnica della Lega (presidente della VII commissione del senato, Mario Pittoni), che impegna il Governo a valutare opportunità di un piano straordinario di assunzione per gli Insegnanti di Religione Cattolica. Di seguito il testo:

 

RISOLUZIONE IN COMMISSIONE CULTURA

presentata dall’On. FLORA FRATE il 07/11/2018 13:32
La VII Commissione,
premesso che: nel comparto scolastico alcune leggi hanno consentito, negli anni, la stipula disinvolta di contratti a termine.
Questo sistema ha creato gravi e pesanti storture, a danno degli insegnanti;
nel 2013 la Corte Costituzionale, chiamata a giudicare la legittimità costituzionale dell`art. 4 L. 124/1999, ha inoltrato un rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia Europea al fine di ottenere una pronuncia circa la
compatibilità di tale disciplina – relativa al contratto a tempo determinato – con la Direttiva 1999/70/CE, in applicazione sia al lavoro pubblico che a quello privato;
la Corte di Giustizia Europea, con la nota sentenza Mascolo (C. Giust. 28 novembre 2014, cause riunite nn.
22/2013, 61/2013, 418/2013), ha dichiarato l`illegittimità della normativa nazionale;
il precedente Governo è intervenuto con la L. 107/2015 – cd. “Buona Scuola” -, prevedendo un piano di assunzioni
straordinario finalizzato alla stabilizzazione dei precari mediante graduatorie o concorsi riservati;
dei vari effetti negativi della L. 107/2015 in questa sede è utile rendere noto che da tale piano di stabilizzazione sono rimasti esclusi, senza alcuna motivazione, gli insegnanti di religione cattolica. Una situazione grave ed incresciosa se si pensa che, su un totale di circa 25mila docenti, oltre 15mila sono assunti all`inizio di ogni anno scolastico con un contratto a tempo determinato. Si tratta di diverse migliaia di docenti: una parte di essi (con il
triste primato di oltre 25 anni di servizio precario), pur avendo superato il concorso del 2004, non è stata immessa in ruolo; gli altri, anch`essi con più di 36 mesi di servizio, hanno svolto per la maggior parte un incarico a tempo
determinato da oltre 15 anni;
dunque, doppiamente discriminati: perché soggetti a contratti a termine e perché esclusi dal piano di
stabilizzazione; in tutti questi anni non si è mai addivenuti ad una soluzione. Un dramma, umano e professionale, senza fine;
docenti che, al termine dell`anno scolastico, vivono nell`incertezza della riconferma dell`incarico;
sarebbe auspicabile intervenire decisamente e quanto prima, mettendo fine ad un precariato storico, perpetrato nel tempo a danno di migliaia di lavoratori. Avendo ben presente che una possibile soluzione non può, in alcun
modo, prescindere dall`anzianità di servizio e dai titoli che gli stessi, negli anni, hanno conseguito;

impegna il Governo:
a valutare la possibilità e la fattibilità di un piano straordinario di assunzione esclusivamente per titoli e per servizio, al pari di quello predisposto dalle Province Autonome di Trento (concorso straordinario ex art. 22 co. 4 Legge Provinciale n. 18/2017) e Bolzano (Delibera Giunta Provinciale nr. 1421 19/12/2017), stante altresì la speciale abilitazione di cui gli insegnanti di religione sono in possesso in forza di quanto previsto ex art. 36 Concordato Stato italiano e Santa Sede (parere Consiglio di Stato 04/03/1958).
On. FLORA FRATE
Presentatore
Data presentazione: 07/11/2018 13:32
Presentatore: On. FLORA FRATE (M5S)
nov 172018
 

“La bozza del Senatore Pittoni va migliorata”, così Fgu/Snadir, Flc cgil, Cisl scuola e Uil scuola Rui sull’avvio del concorso per assumere nuovi docenti di religione cattolica.

La bozza Pittoni

Oggi via abbiamo dato notizia della bozza per l’avvio del concorso riservato ai docenti di religione cattolica e della bozza Pittoni che contiene le prime indicazioni.

Il concorso sarà riservato ai docenti che hanno almeno 36 mesi di servizio dividere e saranno inseriti in una graduatoria di merito che dividerà il 50% dei posti disponibili con quanti hanno vinto nel 2004 ma non sono ancora stati assunti.

Aumento posti in ruolo

I sindacati ritengono innanzitutto che il testo debba assolutamente prevedere l’aumento della quota di organico da destinare al personale di ruolo dall’attuale 70% al 90%.

Concorso con sola prova orale

Inoltre, così come per i concorsi straordinari rivolti ai diplomati magistrale e Scienze formazione primaria, nonché ai docenti delle superiori in possesso di abilitazione, i sindacati chiedono che il concorso preveda  la sola prova orale non selettiva e che le graduatorie debbano valere fino a totale esaurimento.

Aumento posti per graduatoria nuovo concorso

Inoltre, fermo restando la necessità di esaurire le graduatorie dei vincitori del concorso 2004,  qualora la graduatoria del 2004 si esaurisse, bisognerà prevedere che i posti andrebbero assegnati totalmente alla graduatoria di merito del nuovo concorso.

nov 162018
 

150_ore-1Si avvicina la scadenza per la presentazione delle domande volte a fruire dei permessi per motivi di studio nel corso dell’anno 2019. La materia, infatti, è disciplinata con riferimento all’anno solare, non all’anno scolastico.

Normalmente la scadenza fissata è quella del 15 novembre, anche se a livello regionale possono essere stabilite date diverse, dal momento che il CCNL affida alla contrattazione regionale la definizione dei criteri di fruizione dei permessi in questione. Continue reading »

feb 212018
 

ircA fronte di una campagna di disinformazione avviata sui social da parte di associazioni non rappresentative e di gruppi di insegnanti di religione poco informati sull’attività svolta in questi mesi dalle organizzazioni sindacali rappresentative (CISL Scuola, SNALS e FGU/Snadir) al tavolo di confronto con il MIUR sulla procedura di assunzione dei docenti di religione, intendiamo precisare quanto segue. Continue reading »

set 182017
 

ministero-istruzione-15Il 14 settembre si è riunito al MIUR il “tavolo” di confronto sui temi della semplificazione amministrativa. L’incontro, il cui esito si può definire a dir poco deludente, è stato presieduto dal Vice capo di Gabinetto, dott. Pinneri; presenti anche il Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse dott.ssa Palumbo, il Direttore generale dott. Greco (Direzione generale per le risorse umane e finanziaria), la Dott.ssa Barbieri (Direzione generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica).  Continue reading »

set 112017
 

xxxLa Cisl Scuola, insieme a Snals Confsal e Gilda, ha inviato una nuova richiesta di incontro alla ministra Fedeli al fine di riprendere il confronto sulle problematiche del personale docente IRC. Un precedente incontro si era tenuto lo scorso 1° agosto, per un primo approfondimento delle questioni poste dalle organizzazioni richiedenti.

File:

ago 032017
 

xxxSi è tenuto il primo agosto l’incontro al MIUR alla presenza del Vice Capo di Gabinetto Rocco Pinneri in risposta alla richiesta di CISL Scuola, Snals e Gilda relativamente a numerose problematiche riguardanti il Personale docente di Religione Cattolica. Nell’incontro la CISL Scuola, con le altre Organizzazioni sindacali, ha espresso la forte preoccupazione per le numerose questioni di carattere sia squisitamente tecnico che di più ampio orizzonte professionale che interessano in particolare i docenti di IRC.  Continue reading »

giu 252017
 

domandeScaduti ormai  i termini per la presentazione delle domande di supplenza dei docenti (II e III fascia delle graduatorie di istituto), che saranno molto probabilmente più di mezzo milione, entro la settimana prossima, in pratica in cinque giorni , le scuole dovranno smaltire una mole enorme di lavoro, controllando e inserendo a sistema la documentazione prodotta dagli aspiranti. Continue reading »

giu 172017
 

xxxNel corso dell’incontro di informativa sulla ripartizione degli organici di diritto del personale ATA per l’a.s. 2017/18, svoltosi nella giornata del 13 Giugno al Miur, constatato che si prevedeva un ulteriore “taglio” di posti, i sindacati scuola hanno unitariamente deciso, prima ancora che l’Amministrazione entrasse nel merito della ripartizione del “taglio” tra le varie regioni, di inviare richiesta di attivazione di un “tavolo di concertazione”. Continue reading »

giu 172017
 

gissiIl 14  Giugno il percorso per rinnovare il contratto ha preso concretamente e formalmente il via. Gli impegni assunti dalla ministra Fedeli consentono di delinearne le tappe e i tempi, che cercheremo di accelerare quanto più possibile. A partire dalla prossima settimana partiranno i tavoli tecnici, articolati secondo le specificità di ogni settore, che giustamente vanno salvaguardate nell’ambito della nuova e più ampia struttura del comparto. Continue reading »

giu 082017
 

graduatorieSedi sindacali affollate all’inverosimile, uffici di segreteria a rischio collasso. Questo è quanto sta accadendo in questi giorni, destinati al rinnovo delle graduatorie per le supplenze del personale docente, un appuntamento ricorrente nel quale tocca ancora una volta alla scuola portare in evidenza lo scarto drammatico tuttora esistente nel nostro Paese tra domanda e offerta di lavoro. Sono in tantissimi a presentare le domande, che in questo caso vengono prodotte “in cartaceo” e consegnate o spedite alle scuole da parte degli interessati.  Continue reading »