feb 272013
 

In data 27-02.-13 l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Ufficio XV° – Ambito territoriale della provincia di Palermo, ripubblica la graduatoria definitiva dei permessi straordinari retribuiti per studio relativi all’anno solare 2013. Nel Decreto di approvazione si chiarisce il motivo di questa ripubblicazione, si precisa, infatti, che sei domande del personale ATA dovevano essere escluse perché prive del requisito di cui all’art. 1 punto 1 (contratto a tempo determinato fino al termine dell’anno scolastico e delle attività didattiche).

A tal proposito ricordiamo che nell’anno scolastico in corso, situazioni contingenti (questione inidonei e conseguente blocco delle assunzioni del personale ATA) hanno determinato di fatto una penalizzazione per tutto il personale ATA .

 Per quanto riguarda, infatti,  i profili di assistente amministrativo e di assistente tecnico, in connessione con gli adempimenti previsti dal DL 95/12, convertito nella Legge n. 135 del 7 agosto 2012, le  istituzioni scolastiche hanno proceduto esclusivamente alla nomina di supplenti “fino alla nomina dell’avente diritto” (art. 40, comma 9, legge 449/97) su tutti i posti disponibili.

Il personale ATA, nell’anno scolastico in corso, già penalizzato una prima volta a causa del blocco delle immissioni in ruolo, si trova assunto nella sostanza fino al termine dell’anno scolastico o delle attività didattiche, ma di fatto inquadrato contrattualmente con una formula, supplente “fino alla nomina dell’avente diritto”, che lo penalizza una seconda volta in relazione alla fruizione dei permessi retribuiti per studio per l’a.s. 2012-2013.

feb 272013
 

Con il messaggio n. 3295 del 25.2.2013, l’INPS comunica il termine ultimo (30 giugno 2013) di presentazione della domanda di pensione del personale del comparto scuola collocato a riposo dal 1° settembre 2013.

La domanda di pensione,  che si rende necessaria ai fini della determinazione e del pagamento delle pensioni, deve essere presentata dagli interessati direttamente all’INPDAP.

La compilazione e la presentazione dovrà avvenire entro e non oltre il 30 giugno 2013 esclusivamente attraverso una delle seguenti modalità:

· mediante compilazione della domanda on-line sul sito www.INPDAP.it, previa registrazione

· mediante compilazione della domanda attraverso l’assistenza gratuita dei  Patronati.

feb 272013
 

Il congedo di paternità e i voucher per le lavoratrici madri che rinunciano all’astensione facoltativa valgono solo per i lavoratori del settore privato, restano quindi esclusi i dipendenti della pubblica amministrazione e dunque anche i lavoratori della scuola.

Questo è quanto emerge dalle nuove disposizioni introdotte dalla riforma Fornero. Nello specifico, ricordiamo che le nuove disposizioni  prevedono il riconoscimento del diritto al congedo obbligatorio di paternità e ai due giorni di congedo facoltativo, previo accordo con la madre, la quale, in alternativa all’astensione facoltativa, potrà anche  fruire di cosiddetti “voucher” a sostegno della maternità.

Il Dipartimento della Funzione Pubblica, intervenuto sulla portata applicativa dell’art. 4, comma 24, della l. n. 92 del 2012 (Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita), in relazione al congedo obbligatorio e al congedo facoltativo del padre lavoratore, ha dichiarato che “la normativa in questione non è direttamente applicabile ai rapporti di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del d.lgs. n. 165 del 2001, atteso che, come disposto dall’art. 1, commi 7 e 8, della citata l. n. 92 del 2012, tale applicazione è subordinata all’approvazione di apposita normativa su iniziativa del Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione. Pertanto, per i dipendenti pubblici rimangono validi ed applicabili gli ordinari istituti disciplinati nel d.lgs. n. 151 del 2001 e nei CCNL di comparto”.

Notevoli dubbi persistono sulla costituzionalità della nuova disciplina nella parte in cui tratterebbe, di fatto, in modo diverso e chiaramente penalizzante, la paternità dei lavoratori del pubblico impiego rispetto a quelli del settore privato.

feb 242013
 

Scuola, Profumo e Mastrapasqua firmano un Protocollo d’Intesa Miur – Inps.
Per dipendenti o familiari di dipendenti pubblici 6 milioni di euro per borse di studio, formazione all’estero e aggiornamento di insegnanti e dirigenti. Previsti anche dottorati di ricerca in azienda e progetti di alternanza scuola-lavoro.

100 borse di studio, per un importo di massimo di 12mila euro ciascuna, per consentire per la prima volta a studenti, figli di dipendenti pubblici, di frequentare una scuola all’estero, per un anno o un semestre. Due milioni di euro per finanziare voucher formativi per corsi di perfezionamento e aggiornamento dedicati a docenti e dirigenti, da svolgere in Italia o all’estero.

Sono le principali iniziative che vedranno la luce nei prossimi mesi grazie al Protocollo d’Intesa firmato oggi dal ministro Francesco Profumo e dal presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua. La gestione INPS ha da sempre avuto nei suoi scopi istituzionali l’erogazione di prestazioni sociali in favore dei dipendenti  pubblici e dei loro familiari. Questo accordo prevede uno stanziamento  complessivo di 6 milioni di euro per promuovere la mobilità studentesca, l’occupazione dei giovani e la formazione del personale della scuola statale.

Le 100 borse di studio per frequentare un periodo di scuola all’estero saranno bandite a marzo e nei prossimi mesi saranno messi a bando anche i voucher formativi per l’aggiornamento dei docenti e dei dirigenti. Tra le altre iniziative previste dall’accordo, anche borse di studio, dedicate a figli di dipendenti pubblici, per dottorati di ricerca in azienda, master per giovani non occupati e progetti di alternanza scuola-lavoro all’estero per favorire l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. A breve sul sito dell’Inps verranno aperte le procedure di accreditamento di enti, istituzioni, associazioni disciplinari, associazioni professionali e università che, in una logica sussidiaria, saranno in grado di fornire proposte di qualità in tutti i settori previsti dal Protocollo ed individuati nei bandi.

“In un momento di crisi – ha commentato il Sottosegretario Elena Ugolini – è fondamentale fare sistema tra le istituzioni per migliorare le possibilità di occupazione dei giovani attraverso una formazione di qualità e per valorizzare la professionalità di insegnanti e dirigenti. L’auspicio è che questo accordo faccia da apripista ad altre possibili alleanze con soggetti pubblici e privati di diversi settori professionali e produttivi”.

Ufficio Stampa Miur – Roma, 22 febbraio 2013

feb 222013
 
 
Il Miur, con riferimento alla nota prot. 1183 del 12.02.2013, concernente precisazioni per l’indizione dei concorsi per titoli personale ATA, in seguito alle pressioni della Cisl Scuola, interviene nuovamente sulla questione relativa alla valutazione del servizio “salva-precari”.
Richiamando la nota prot. 6513 del 4.9.2012, si estende, adesso, anche agli aspiranti provenienti da fuori provincia l’attribuzione dei punteggi
acquisiti tramite i DD.MM “salva-precari”.

feb 222013
 

Il Miur, con C.M. n. 7 del 19 febbraio 2013 PROT. N. 795, ha emanato le  disposizioni per la formazione delle commissioni degli Esami di Stato  conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria di II grado per l’anno scolastico 2012/2013.

Il personale interessato potrà inoltare la domanda di partecipazione a partire dal 21 Febbraio e fino alle ore 18,00 del 12 Marzo 2013.

La presentazione delle domande avverà attraverso l’utilizzo della piattaforma Istanze on line.

C.M. n. 7 del 19 febbraio 2013 PROT. N. 795

feb 222013
 

In data 18 Febbraio 2013, a conclusione dei lavori del 1° Congresso Territoriale della Cisl Scuola Palermo Trapani, il Consiglio Generale ha eletto Francesca Bellia nuovo Segretario Generale Territoriale della Cisl Scuola Palermo Trapani.

Nella stessa seduta sono stati eletti :

Salvatore Pipitone, Segratario Aggiunto;

Vito Cassata, componente della Segreteria Territoriale.

Hanno partecipato ai lavori del Congresso, svoltosi presso il Mondello Palace Hotel, più di trecento tra delegati, invitati e ospiti. 

Un caloroso augurio alla nuova Segreteria e a tutto lo Staff della Cisl Scuola Palermo Trapani

 

feb 212013
 

Le date presumibili della mobilità 2013/2014  per i docenti oscilleranno tra 8-11 marzo  al 6-9 aprile 2013 alla pubblicazione delle graduatorie d’istituto per l’individuazione dei perdenti posto, non prima del 8 aprile, ma comunque entro i 15 giorni successivi alla scadenza delle domande di trasferimento. La  presentazione delle domande da parte del personale docente ed Ata, dovranno essere compilate on-line e trasmesse alla scuola via web.

feb 152013
 

Scrima, via libera all’accordo sugli scatti

Ven, 15/02/2013 – 18:46

Il Consiglio dei Ministri ha dato oggi il via libera all’accordo sugli scatti. Manca ora solo il passaggio alla Corte dei Conti, che ci auguriamo possa avvenire in tempi rapidi, così da consentire la piena operatività dell’accordo già dal mese di marzo.

 

In una situazione di difficoltà pesanti sul piano economico e di grande incertezza politica, la determinazione a giocar fino in fondo il proprio ruolo negoziale ha portato la CISL Scuola, insieme ai sindacati che hanno condiviso il suo impegno, a ottenere un altro importante risultato per i lavoratori della scuola.

Abbiamo scelto di dare priorità, in questo momento, alla salvaguardia di un importante elemento della retribuzione fondamentale. Lo abbiamo fatto in modo trasparente, assumendoci la responsabilità delle scelte necessarie.

È il nostro modo di essere e fare sindacato, dare ai lavoratori le risposte possibili e non vuote parole.

Roma, 15 febbraio 2013

Francesco Scrima, Segretario Generale CISL Scuola

Allegato Dimensione
26.95 KB
feb 142013
 

Scrima, la scuola tra promesse e polemiche

Gio, 14/02/2013 – 20:26

Sulla scuola piovono promesse elettorali e si accendono i fuochi delle polemiche, in un clima che comunque non favorisce certo la qualità delle argomentazioni.

Delle promesse, ad ogni buon conto, ne prendiamo nota, e a tempo debito ne chiederemo conto.

È molto bello sentir dire che la spesa sull’istruzione sarà portata al 6% del PIL, o che verranno destinati alla scuola otto miliardi di euro in tre anni, selezionando a tal fine la spesa pubblica. Ancor più bello sarà constatare che quelle parole si siano tradotte in fatti: ma su questo l’esperienza ci induce ad essere molto cauti.

Dalle polemiche, invece, preferiamo tenerci lontani, non avendo alcuna intenzione di farci trascinare in una giostra di dichiarazioni destinate a lasciare il tempo che trovano.

Gli elettori hanno intelligenza e buon senso sufficienti per valutare la credibilità di candidati e partiti, al di là di quanto possano scrivere in programmi più o meno ben confezionati.

Noi sappiamo che il confronto vero, quello che conta, lo dovremo sostenere dal 26 febbraio in poi, quando il tempo delle promesse lascerà il passo a quello delle scelte.

Lì ci saremo, e i lavoratori della scuola lo sanno, con la forza che ci viene dall’essere un sindacato che vive di fatti e non di parole, di negoziato e non di comizi.

Roma, 13 febbraio 2013

Francesco Scrima, Segretario Generale CISL Scuola

Allegato Dimensione
27.83 KB
feb 092013
 

CONCORSI- Avviso pubblicato sul sito MIUR

Scuola, causa maltempo rinviate le prove scritte del concorso
Miur invia comunicazione via e-mail a tutti i candidati
A causa delle avverse condizioni meteorologiche previste dalla Protezione Civile per i prossimi giorni in tutta Italia, le prove scritte del concorso, programmate per lunedì 11 e martedì 12 febbraio, sono rinviate. Le nuove date per lo svolgimento delle prove saranno comunicate sul sito del Ministero. Sono invece confermate le prove previste per mercoledì 13 febbraio e per i giorni successivi, salvo diverso avviso che sarà eventualmente pubblicato sul sito del Miur. In queste ore il Ministero sta inviando una e-mail di avviso a tutti i candidati che avrebbero dovuto sostenere la prova scritta lunedì 11 e martedì 12.

feb 072013
 

ATTENZIONE COMUNICATO URGENTE

FERIE AI SUPPLENTI, IL MINISTRO RITIRI LA CIRCOLARE

Sulle ferie dei supplenti sono state date alle scuole indicazioni errate, invitandole ad attuare modalità di calcolo per le quali la legge prevede espressamente la decorrenza solo dal prossimo settembre. Sono indicazioni penalizzanti, in contrasto con quanto prevede il contratto di lavoro. È grave che il Ministero abbia agito senza alcun confronto con i sindacati, venendo meno a un preciso impegno assunto dopo una nostra ferma presa di posizione. Tutto ciò è intollerabile. Chiederemo immediatamente al Ministro di ritirare la nota di istruzioni inviata alle scuole e di convocarci con la massima urgenza.

Roma, 7 febbraio 2013
Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

 

feb 072013
 

Di seguito l’aticolo pubblicato sul sito www.cislscuolasicilia.it

Esiti incontro Tavolo Tecnico su dimensionamento rete scolastica in Sicilia

Nella mattinata odierna si è riunito il Tavolo Tecnico sul dimensionamento della rete scolastica della Regione Sicilia.
L’incontro si è aperto con il saluto dell’Assessore che, nell’augurare un proficuo lavoro, ha ribadito l’intenzione di avviare un confronto di merito sulla scuola siciliana e in particolare procedere in tempi brevi alla stesura della legge per il diritto allo studio. Entro il mese di marzo, sarà costituito un tavolo permanente che dovrà portare al piano definitivo di razionalizzazione e dimensionamento della rete scolastica siciliana che sarà varato per l’a.s. 2014/2015.
Al termine delle comunicazioni rese, l’assessore ha lasciato i lavori per via di altri impegni istituzionali.
L’amministrazione regionale, per la ristrettezza dei tempi, non è stata in grado di fornire preventivamente la proposta di dimensionamento; ma si è comunque dichiarata disponibile al confronto in sede di Tavolo Tecnico affrontando la problematiche di ogni singola Provincia. Il dott. Giubilaro, dopo aver ribadito le modalità di lavoro e i criteri adottati, ha informato i soggetti presenti che i motivi del mancato invio del Piano alle parti costituenti il tavolo è da iscriversi alle continue interlocuzioni avviate ascoltando “la viva voce della scuola” e degli EE.LL. .
All’interno del confronto svoltosi, la Cisl Scuola Sicilia è tornata a riproporre, come aveva già fatto nella prima riunione, l’attenzione di tutti sulle questioni sia di metodo sia di merito. Rispetto le questioni di metodo, la Cisl Scuola Sicilia ha ribadito la necessità di creare le condizioni di lavoro proficue per la condivisione e l’assunzione piena di responsabilità da parte del Tavolo.
È stata anche rappresentata la necessità che quanto oggetto del documento di osservazioni e proposte inviato dalla Cisl Scuola e contemporaneamente pubblicato nel nostro sito, abbia riscontro dall’Amministrazione Regionale.
Rispetto, invece, alle questioni di merito, la Cisl Scuola ha chiesto se, riguardo ai criteri enunciati dall’Amministrazione il 25 gennaio u.s. sulla base della circolare 28 del 5 ottobre 2011 (su razionalizzazione e dimensionamento della rete scolastica della Sicilia – anno scolastico 2012/2013 – procedure), questa vada considerata ancora attuale rispetto alle procedure, pur sapendo che, per l’ipotesi relativa all’a.s. 2013-2014, nessuna disposizione è stata emanata.
La Cisl Scuola Sicilia, comunque, ha posto l’accento sulla necessità di dare voce ai soggetti che possono esprimere progettualità sul territorio, attraverso il reale coinvolgimento dei Comuni e delle Istituzioni Scolastiche interessati ai processi di dimensionamento che devono esprimersi sulla fattibilità delle proposte, tenendo conto degli interessi della collettività.
Questa posizione è vicina e coerente con quanto espresso dal dott. Giubilaro, che ha sottolineato l’importanza di guardare alla Scuola come un luogo che ha fatto la storia della comunità, realizzando un dimensionamento fatto non solo con la calcolatrice ma anche, e soprattutto, con il cuore. Bisogna rappresentare l’esigenza della comunità e con l’attenzione volta al Territorio, non trattandosi di un problema meramente ragionieristico.
È stato necessario rinviare il Tavolo Tecnico (venerdì 8?), poiché l’Amministrazione non aveva reso disponibile la proposta del Piano in tempi congrui e, al tempo stesso, ha avuto difficoltà tecniche a fornire copia cartacea ai componenti il Tavolo.
A margine di questo resoconto soltanto l’auspicio che l’Assessore possa essere presente ai prossimi incontri, stante la rilevanza politica della definizione del Piano.
È indispensabile dare risposte concrete alla situazione di criticità determinatasi lo scorso anno con 171 Istituzioni Scolastiche al di sotto dei parametri che consentono l’assegnazione dell’autonomia e su cui si è registrato l’impegno dell’Assessore.
La Cisl Scuola , come sempre, è disponibile a fornire ogni contributo per conseguire quei risultati che la scuola siciliana attende oramai da anni, anche se è consapevole delle difficoltà che separano la realizzazione di questo progetto che il nuovo Governo Regionale vuole realizzare, ancorché in una situazione di emergenza.
La Cisl Scuola sarà certamente a fianco dell’Assessore e del suo Gruppo di lavoro che ha prodotto la proposta, che in questo momento non è ancora pervenuta alle OO.SS. Scuola Regionali (sono le ore 19:40 mentre pubblichiamo questo articolo), e sulla quale la Cisl Scuola avanzerà le sue riflessioni, per dare un contributo fattivo, consapevole delle responsabilità di tutti i soggetti coinvolti, ma determinati a giocare fino in fondo il ruolo che compete alla nostra Organizzazione Sindacale sempre dalla parte della Scuola, nel pieno rispetto di chi alla fine dovrà decretare il Piano.
Con questi auspici auguriamo buon lavoro all’Assessore.

Buon lavoro.
Vito Cudia