mag 312014
 

miur palazzoIl MIUR ha emanato la nota 5541 del 30.5.2014 con la quale, facendo seguito alle pressioni della Cisl Scuola, si consente l’accoglimento delle domande GaE (Graduatorie ad Esaurimento) per le quali è stata effettuata richiesta di assistenza entro lo scorso 23 maggio ovvero che sono state inserite ma non inoltrate. Per detto accoglimento gli interessati dovranno compilare (con successivo invio al competente ufficio territoriale provinciale) il modello 1 di domanda allegato al D.M. 235 del 1°.4.2014.

mag 312014
 

Scrima10Giovedì 5 giugno saremo all’ARAN per la trattativa sul recupero degli scatti di anzianità e le posizioni economiche del personale ATA. Da tempo stavamo sollecitando la convocazione del tavolo negoziale, ora finalmente ci è data la possibilità di chiudere rapidamente una vicenda tormentata che si è già trascinata troppo a lungo per lentezze che abbiamo sempre ritenuto incomprensibili e ingiustificabili.

Tutti conoscono quali siano le condizioni, le opportunità e i vincoli entro cui la trattativa si svolge, e quali le soluzioni possibili per tutelare concretamente, e non a parole, le retribuzioni del personale.

Per la CISL Scuola è la prosecuzione di un percorso e di un impegno fatto di determinazione e coerenza che potrà consentire il pieno recupero dei tre anni di anzianità “sterilizzati” dalla manovra economica del 2010.

Roma, 30 maggio 2014

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

mag 312014
 

visiteIn data  29 maggio, il MIUR ha pubblicato un avviso diretto al personale di ruolo e non di ruolo appartenente al comparto scuola avente ad oggetto l’applicabilità delle modifiche intervenute in materia di assenze per visite specialistiche.

Il Ministero con tale avviso conferma pienamente quanto sostenuto dalla Cisl Scuola circa la non applicabilità al personale scolastico della circolare n. 2/2014 emanata dalla Funzione Pubblica sulle assenze in questione, a seguito di quanto previsto dal decreto-legge 101/2013 (convertito in legge 125/2013).

Le indicazioni operative fornite dalla circolare della Funzione Pubblica rispetto a dette assenze, negando la possibilità di assentarsi per malattia, comportavano che per l’espletamento delle visite mediche il dipendente dovesse fruire dei permessi per documentati motivi personali, secondo la disciplina dei CCNL (ovvero di istituti contrattuali similari o alternativi, come i permessi brevi o la “banca delle ore”, ove presente).

In conseguenza di questa interpretazione, per l’espletamento delle visite mediche ed esami specialistici il personale (anche quello della scuola) avrebbe dovuto avvalersi esclusivamente dei permessi retribuiti per motivi personali (art. 15, CCNL) o dei permessi brevi (art. 16, CCNL).

Questa tesi è stata da subito fortemente contestata dalla Cisl Scuola, anche attraverso atti di diffida, in quanto ritenuta lesiva del pieno diritto alla salute; ciò in considerazione del fatto che molti dipendenti della scuola, per contratto, non disponendo, o avendo terminato i permessi retribuiti ex art. 15 CCNL, risultavano danneggiati in uno dei principali diritti costituzionalmente garantiti.

Per queste ragioni la Cisl Scuola ha sempre sostenuto che il personale scolastico debba continuare ad avere la facoltà di utilizzare l’istituto dell’assenza per malattia (art. 17, CCNL), anche in virtù della considerazione che la modifica prevista dal decreto-legge 101/2013, che ha inserito il concetto di “permesso” e di “giustificazione dell’orario”, non ha snaturato l’istituto dell’assenza per malattia per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche o esami diagnostici necessari alla tutela della propria salute.

mag 242014
 

TFA_2_03E’ stato pubblicato sul sito web del MIUR il decreto dipartimentale 263 del 22.5.2014 (comprensivo degli allegati 1 e 2) con il quale sono fornite le indicazioni operative per la presentazione on line delle domande di partecipazione al test preliminare del secondo ciclo di TFA (allegato 1) e per il pagamento all’università della Regione scelta del contributo di partecipazione (allegato 2, che riporta anche i siti internet di dette università).

Si ricorda che le domande possono essere presentate entro le ore 14.00 del 16 giugno 2014 accedendo al sito https://tfa.cineca.it.

Per le modalità di iscrizione in soprannumero – da effettuare una volta completate le prove selettive di accesso – saranno diramate apposite successive disposizioni (art. 3 del decreto 263).

mag 242014
 

gaeIl MIUR ha emanato il decreto 353 del 22.5.2014 con il quale detta le disposizioni per la presentazione delle domande degli aspiranti ai fini della costituzione delle graduatorie di istituto per il conferimento delle supplenze al personale docente ed educativo per il triennio 2014/15, 2015/16 e 2016/17.

Le domande di inclusione nelle suddette graduatorie devono essere presentate attraverso la compilazione degli specifici modelli entro il termine di lunedì 23 giugno 2014 (data entro la quale devono anche essere posseduti tutti i titoli valutabili).

Il modello (ovvero i modelli) di domanda devono essere spediti con unico plico mediante raccomandata con ricevuta di ritorno oppure consegnati a mano all’istituzione scolastica prescelta per la gestione amministrativa della domanda. In alternativa tutta la documentazione può essere trasmessa in formato digitale mediante PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata della stessa istituzione scolastica prescelta.

Ricordiamo, in merito, le critiche e le obiezioni della Cisl Scuola sulle variazioni apportate dal ministro alle tabelle di valutazione dei titoli in evidente contrasto con le norme regolamentari in vigore e l’avvio delle già annunciate azioni unitarie per l’impugnativa del decreto di modifica.

Di seguito, tutti gli 

 al decreto.

1. 

 delle classi di concorso richiedibili ai fini dell’inclusione nelle graduatorie di istituto, triennio 2014-17

2. 

 delle classi di concorso richiedibili ai fini dell’inclusione nelle graduatorie di istituto per l’insegnamento nelle scuole di lingua slovena, triennio 2014-17

3. 

, valide ai fini dell’inclusione nelle graduatorie di istituto, triennio 2014-17

4. 

, a.s. 2014/15

5. 

6. 

 nella scuola media

7. 

8. 

 - Graduatorie di istituto del personale docente ed educativo – Modello di richiesta delle graduatorie di seconda fascia per gli aa.ss. 2014/15, 2015/16 e 2016/17 (riservato agli insegnamenti per cui l’aspirante è in possesso di abilitazione ma non è attualmente incluso nelle graduatorie ad esaurimento)

9. 

 - Graduatorie di istituto del personale docente ed educativo modello di richiesta delle graduatorie di terza fascia per gli aa.ss. 2014/15, 2015/16 e 2016/17 (riservato agli aspiranti non abilitati che presentano domanda di inclusione in graduatorie di terza fascia esclusivamente per insegnamenti in cui erano già presenti nelle graduatorie del triennio 2011-14, ovvero esclusivamente per nuovi insegnamenti)

10. 

 - Graduatorie di istituto del personale docente ed educativo modello di richiesta graduatorie di terza fascia per gli aa.ss. 2014/15, 2015/16 e 2016/17 (riservato agli aspiranti privi di abilitazione che chiedono l’inclusione per insegnamenti per i quali erano già iscritti in graduatoria nel precedente triennio 2011-2014 e contemporaneamente per nuovi insegnamenti)

11. 

 - Graduatorie di istituto del personale docente ed educativo per gli aa.ss. 2014/15, 2015/16 e 2016/17. Scelta delle istituzioni scolastiche

12. 

 - Competenza linguistica necessaria per l’esercizio della professione di docente. Riconoscimento delle qualifiche professionali ai sensi della direttiva comunitaria 36/2005 e del decreto legislativo 206/2007

13. 

 - Tabella di valutazione dello strumento musicale

14. 

 - Tabella di valutazione dei titoli per l’inclusione nelle graduatorie di istituto di seconda fascia

15. 

 - Tabella di valutazione dei titoli per l’inclusione nelle graduatorie di istituto di terza fascia (ivi compreso l’insegnamento di strumento musicale nella scuola medi

mag 162014
 

gestore istanze on linePervengono da tutta Italia segnalazioni di aspiranti che, pur avendo correttamente inviato la domanda relativa all’aggiornamento delle GAE, stanno ricevendo una mail dal sistema che li invita ad inviarla nuovamente. Abbiamo immediatamente denunciato all’Amministrazione questa ennesima anomalia, che comprensibilmente sta destando preoccupazione anche in considerazione del fatto che l’imminente scadenza delle domande fa sì che molti possano trovarsi in condizione di non leggere la mail ricevuta in queste ore. Il MIUR ha assicurato che procederà a un’immediata verifica su quanto accaduto, dicendosi anche impegnato a evitare che ciò possa comportare per qualcuno l’esclusione dalle graduatorie. Seguiremo ovviamente con la massima attenzione gli sviluppi di questa ennesima emergenza, al fine di garantire al personale interessato la massima tutela.

Nel tardo pomeriggio, sulla piattaforma Istanza on line, è stato inserito un avviso del gestore che, dopo aver terrorizzato, migliaia di docenti, rassicura sulla piena validità della domanda di aggiornamento.

mag 162014
 

Francesco-Scrima_imagelargeParte il nuovo sindacato del Lavoro pubblico Cisl. Le sei categorie cisline del pubblico impiego – Funzione pubblica, Scuola, Sicurezza, Medici, Università, Innovazione e Ricerca – hanno votato oggi la nascita del più grande sindacato dei lavoratori italiano: 585mila iscritti, 25 mila delegati Rsu. Obiettivo: mettere insieme tutti i lavoratori del settore pubblico in un soggetto più forte nel ruolo di rappresentanza e tutela. Ma soprattutto giocare da protagonisti nella riforma della Pa. “Siamo noi l’innovazione – afferma Francesco Scrima (Cisl Scuola), che coordinerà il nuovo soggetto, affiancato da Pompeo Mannone (Fns Cisl), Biagio Papotto (Cisl Medici), Antonio Marsilia (Cisl università), Giuseppe De Biase (Fir Cisl) e Giovanni Faverin (Cisl Fp),– La semplificazione parte dal sindacato. Unificando sei federazioni e parlando con una voce sola: mettere al centro le competenze e dare al paese servizi nuovi, più veloci e che costino meno al cittadino”.
Nei piani che il segretario generale della Cisl Raffele Bonanni terrà a battesimo (ore 15 Auditorium via Rieti a Roma), non c’è solo una spending review interna alle categorie, ma la nascita di un modello nuovo di sindacato: più coordinato nell’azione e più vicino ai posti di lavoro.

Roma, 15 maggio 2014

mag 132014
 

Francesco-Scrima_imagelargeLascia esterrefatti nel merito e nel metodo quanto sta avvenendo sull’aggiornamento delle graduatorie d’istituto per le supplenze del personale docente. Mentre è in corso un confronto sindacale che per la verità ha visto finora solo informazioni vaghe e contraddittorie, si annuncia l’avvenuta firma di un decreto ministeriale che, stando a quanto pubblicato sul sito del MIUR, si pone in evidente contrasto con le norme regolamentari in vigore.
A parte la palese scorrettezza sul piano delle relazioni sindacali, che sottrae spazi di utile confronto su una materia di notevole complessità e di estrema delicatezza, sorprende come non si tenga minimamente conto dell’inevitabile contenzioso che queste decisioni, assunte in violazione delle norme vigenti e in assenza delle prescritte procedure, sicuramente determineranno, mettendo a rischio il regolare avvio dell’anno scolastico. Davvero fuori luogo, dunque, l’ottimismo con cui si sostiene che le graduatorie d’istituto saranno pronte entro l’inizio delle lezioni. La CISL Scuola ha inviato poco fa al Ministro una nota di diffida, rivendicando un approfondito confronto di merito prima della pubblicazione di un provvedimento che diversamente non potrà che essere impugnato in ogni sede.

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

mag 072014
 
personale_ATA
In data 6 maggio il Miur ha emanato con nota 4355 le disposizioni per la presentazione del modello G per l’inclusione nelle graduatorie di istituto per le supplenze del personale ATA incluso nelle graduatorie provinciali dei 24 mesi.
Il modello va presentato tramite le ” istanze on line” dal 9 al 30 maggio.