gen 072015
 

banner-cisl-scuola-RSU

 

Si voterà dal 3 al 5 marzo 2015 in tutte le scuole per il rinnovo delle RSU. Negli stessi giorni saranno interessati al voto tutti i settori del lavoro pubblico.
Un grande appuntamento di democrazia che basterebbe da solo a fare giustizia di tante banalità che spesso vengono dette sul ruolo e sulla rappresentatività del sindacato.

Le elezioni RSU sono un evento di grande significato e valore, un’occasione preziosa che il sindacato ha di rinsaldare la sua presenza diffusa e capillare sui luoghi di lavoro; ma è soprattutto la disponibilità di tanti lavoratori ad assumere direttamente ruoli di rappresentanza e di contrattazione a farne un momento di democrazia autentica e partecipata.

La campagna per il rinnovo delle RSU si avvia mentre è in atto una mobilitazione della categoria che rivendica la giusta attenzione da parte di una politica prodiga di parole e avara di fatti, e mentre si fa ogni giorno più evidente e insidioso il tentativo di sottrarre spazi e prerogative all’azione sindacale: la pretesa di intervenire per legge sulle carriere del personale, mentre si rinnova il blocco di contratti fermi da più di sei anni, ne è la dimostrazione più lampante.

 Col voto per il rinnovo delle RSU i lavoratori della scuola hanno l’opportunità di dare una risposta ferma ed esplicita a chi, puntando a ridimensionare o negare gli spazi negoziali in cui si esercita l’agire sindacale, vuol mettere all’angolo anche le loro attese e i loro diritti.

Accendere le RSU” è il messaggio che la Cisl Scuola rivolge ai lavoratori, invitandoli a reagire col loro voto alla pretesa di “spegnere”, insieme al loro contratto, la possibilità stessa di continuare a disciplinare in ambito contrattuale gli aspetti normativi ed economici del loro rapporto di lavoro.

Per questo è importante che vi sia una grande partecipazione al voto, come avvenne in tutte le precedenti tornate elettorali. Ma è altrettanto importante che il voto confermi e rafforzi la presenza di un sindacato come la Cisl Scuola, che pone da sempre la contrattazione al centro della propria cultura e del proprio modo di fare sindacato.

Accendi la tua RSU” votando la nostra lista e le nostre candidate e candidati.

 Le principali scadenze

  • 13 gennaio annuncio delle elezioni e avvio procedure elettorali
  • 14 gennaio messa a disposizione dell’elenco degli elettori e avvio della raccolta di firme per la presentazione delle liste
  • 23 gennaio primo termine di insediamento delle commissioni elettorali
  • 28 gennaio termine conclusivo formale per la costituzione delle commissioni
  • 6 febbraio termine per la presentazione delle liste
  • 19 febbraio affissione liste da parte della commissione elettorale
  • 3-4-5 marzo votazioni

  • 6 marzo scrutinio
  • 6-12 marzo affissione risultati da parte della commissione elettorale
  • 13-23 marzo invio (da parte dell’Amministrazione, dei verbali elettorali all’ARAN

Composizione e compiti della RSU

La RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria) è costituita in ogni istituzione scolastica autonoma attraverso votazioni cui partecipa tutto il personale docente e ATA in servizio. L’organismo eletto, formato da 3 componenti negli istituti che hanno fino a 200 unità di personale (docente, educativo e ATA), e da 6 in quelle che superano i 200 addetti, è soggetto di rappresentanza dei lavoratori nelle

 (informazione preventiva e successiva, contrattazione), insieme ai sindacati firmatari del CCNL, avendo come interlocutore il Dirigente Scolastico.
Gli esiti delle votazioni concorrono a determinare in ambito nazionale, insieme al dato associativo, la rappresentatività delle diverse sigle sindacali.

gen 072015
 

inpsIl MIUR ha emanato il 

 con il quale la ministra Giannini fissa – per il personale della scuola – il termine per la presentazione delle domande di cessazione dal servizio con decorrenza 1°.9.2015.

Gli interessati (raggiungimento limite massimo servizio; dimissioni volontarie; trattenimento in servizio per il raggiungimento del minimo contributivo) potranno presentare dette domande entro il prossimo 15 gennaio.

In considerazione del fatto che nella “legge di stabilità” - approvata dalla Camera e attualmente in discussione al Senato – sono in trattazione alcune modifiche alle disposizioni vigenti in materia pensionistica, la Direzione del Personale del MIUR posticiperà sia l’emanazione della specifica circolare sia la conseguente disponibilità di “Istanze on line” per la presentazione delle domande.

Con successiva 

 il MIUR ha diramato le indicazioni operative.

Con successivo specifico avviso del 12.12.2014  il MIUR, tra l’altro, invita il personale interessato, che non abbia già provveduto, a registrarsi sul portale POLIS, come azione propedeutica all’intera procedura (per maggiori specifici dettagli si rimanda alla 

).

Si ricorda, infine, che:

  • al personale in servizio all’estero è consentito presentare l’istanza anche con modalità cartacea;
  • il personale della province di Trento, Bolzano ed Aosta presenta le domande in formato cartaceo direttamente alla sede scolastica di servizio/titolarità, che provvederà ad inoltrarle ai competenti Uffici territoriali.

gen 022015
 

miur palazzoE’ stata emanata ed inserita nel sito web del MIUR la Circolare Ministeriale 51 del 18.12.2014 che disciplina le iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2015/16.

Poche le novità rispetto alla Circolare dello scorso anno.

  • Il termine di scadenza per le iscrizioni è fissato al 15 febbraio 2015. Le domande possono essere presentate a partire dal 15 gennaio con apertura della fase di registrazione sul portale delle iscrizioni dal 12 gennaio.
  • E’ prevista la modalità di iscrizione on line anche per i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale erogati in regime di sussidiarietà integrativa e complementare dagli Istituti Professionali e dai Centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni.
  • Per quanto riguarda le “sezioni primavera”, l’Amministrazione si riserva di fornire ulteriori indicazioni, in quanto con l’anno scolastico 2014/15 viene a scadere l’accordo in Conferenza Unificata.
  • Il termine di scadenza per le iscrizioni ai percorsi di istruzione degli adulti è fissato di norma al 31 maggio 2015 e comunque non oltre il 15 ottobre 2015.

Rimangono invariate le disposizioni riguardanti le iscrizioni dei cosiddetti “anticipatari” sia nella scuola dell’infanzia sia nella scuola primaria e le articolazioni orarie stabilite per tutti gli ordini di scuola dai dd.PP.RR. n. 89 del 2009 e 87, 88, 89 del 2010.

Nessuna modifica anche per quanto riguarda la scelta degli indirizzi e/o articolazioni alle classi terze negli Istituti Tecnici e Professionali. Il termine di scadenza anche per questa operazione è fissato al 15 febbraio 2015.

Una nota sull’avvio delle procedure è stata inviata ai Dirigenti Scolastici sempre in data 18 dicembre (nota prot. 3584).

Circolare Ministeriale 51 del 18.12.2014