mar 312017
 

 

a_ee251b3219In tutta Italia iniziative e manifestazioni promosse dalla Cisl Scuola per porre in evidenza le problematiche con cui si misura, ogni giorno, nelle nostre scuole, il lavoro del personale ATA per chiedere su di esse più attenzione e soprattutto per rivendicare gli interventi amministrativi, legislativi e contrattuali indispensabili per portarle a soluzione.

Invitiamo pertanto tutto il personale Ata in servizio nelle istituzioni scolastiche della provincia di Palermo a partecipare all’assemblea che si terrà giorno 4 aprile, dalle ore 11,30 alle 14,30, presso l’ITIS V. Emanuele III di Via Duca della Verdura.

mar 302017
 

maddalena-gissiSarebbe molto grave se il governo decidesse di fare marcia indietro, riducendo le assunzioni in ruolo, rispetto all’impegno di dare alla scuola le necessarie risorse di personale. Grave e ingiustificabile. Non si tratta oltretutto di creare posti in più, ma solo di coprire con personale stabile quelli già esistenti, senza i quali sarebbe impossibile garantire il normale funzionamento del servizio. Continue reading »

mar 282017
 

ministro fedeliSono qui soprattutto per ascoltare le osservazioni poste dagli studenti, credo che tenere conto del loro punto di vista sia fondamentale per il governo della scuola pubblica”. Così ha esordito Valera Fedeli, ministra dell’istruzione, nel suo intervento alla giornata di incontro e dialogo con gli studenti promossa dalla Cisl Scuola. “Oggi pomeriggio – ha proseguito - farò una conferenza stampa per chiarire ancora una volta il senso dell’ alternanza scuola lavoro: deve essere chiaro che l’ASL è un’innovazione che riguarda in primo luogo la didattica, deve essere un modo nuovo per imparare, per affrontare le discipline, e in questo senso vanno intesi anche gli spazi di condivisione che si aprono verso il mondo del lavoro. So che ci sono aziende che non han ben capito la mission a cui sono chiamate a rispondere, tentando addirittura di farsi pagare per accettare i ragazzi in ASL. Chi viene a conoscenza di ciò deve andarlo a denunciare alla procura della repubblica”.“Fondamentale il sostegno in termini di partecipazione ai processi di innovazione, che non possono mai essere calati dall’alto. Da qui l’importanza di momenti di confronto come questo”, ha concluso la ministra.

 

mar 282017
 

cisl-giovaniIntrodotti da Maddalena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola, sono in pieno svolgimento i lavori dell’iniziativa di incontro e dialogo con gli studenti promossa dalla Cisl Scuola all’ITIS Galilei di Roma. Una sala gremitissima, che in apertura dell’incontro ha seguito con grande attenzione il bellissimo video di Giovanni Panozzo “L’abbraccio che fa sognare“, i cui protagonisti sono il maestro di strada Cesare Moreno e studenti e studentesse che raccontano gli interessi, le attese e le speranze in base alle quali hanno scelto e vivono la propria esperienza scolastica.
A seguire gli interventi di Leonardo Becchetti, Alberto Felice De Toni e Marco Bentivogli, impegnati a dialogare con gli studenti col coordinamento di Claudia Fusani. Continue reading »

mar 272017
 

giornataRiconoscere l’importanza delle funzioni svolte dal personale ATA, valorizzarne adeguatamente il lavoro, porre nella giusta attenzione un settore dimenticato o emarginato nei più recenti provvedimenti di legge, con la sola eccezione delle disposizioni che l’hanno fatto oggetto di inopportuni interventi di riduzione della spesa, aggravando le condizioni di lavoro del personale e mettendo a rischio il regolare andamento dell’attività scolastica. Questi gli obiettivi di fondo cui la Cisl Scuola dedicherà il prossimo 4 aprile una serie di iniziative che vedranno coinvolte in vario modo e in tutta Italia le strutture territoriali dell’organizzazione. Continue reading »

mar 272017
 

confronto-ataSi è tenuto mercoledì 22 marzo l’atteso incontro al MIUR sulle problematiche dell’area ATA. Sono state poste all’attenzione numerose questioni, più volte oggetto di prese di posizione e documenti condivisi unitariamente dalle diverse sigle sindacali (adeguamento delle dotazioni organiche e istituzione organico potenziato anche per l’area ATA; piano straordinario di assunzioni su tutti i posti vacanti; revisione dei criteri applicativi delle norme sulla sostituzione del personale assente; superamento delle esternalizzazioni; indizione del bando di concorso per DSGA; eliminazione delle forme di “accanimento amministrativo”; ecc.). Continue reading »

mar 272017
 

algoritmoIl Tar Lazio dà ragione a Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal che insieme avevano presentato ricorso contro il Miur per non aver fornito gli atti da cui poter desumere la procedura (l’algoritmo) in base alla quale sono state effettuate le operazioni di mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/17. I giudici amministrativi hanno ordinato al Miur di rilasciare alle organizzazioni sindacali ricorrenti “copia dei cd. codici sorgente del software dell’algoritmo di gestione della procedura della mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/2017 di cui all’O.M. M.I.U.R. n. 241 del 2016 nel termine di 30 (trenta) giorni decorrenti dalla notifica a cura di parte”. Continue reading »

mar 272017
 

avvisoIn data 20 marzo 2017 sono stati  pubblicati i bandi di concorso per soli titoli per l’inclusione o l’aggiornamento del punteggio nelle graduatorie provinciali permanenti relative ai profili professionali dell’area A e B del personale ATA della scuola per l’anno scolastico 2016/17.

Le domande di inserimento o di aggiornamento nelle graduatorie di cui all’oggetto, devono essere presentate all’Ambito Territoriale di una sola provincia della Regione Sicilia, secondo i criteri stabiliti dall’art.4 dei bandi di concorso, utilizzando gli appositi modelli. Le stesse dovranno essere documentate in conformità alle norme contenute nei relativi bandi. I candidati dovranno porre massima attenzione alla compilazione delle domande, poichè tutti i dati assumono il valore di dichiarazioni sostitutive di certificazioni, rese ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000, che prevede conseguenze di carattere amministrativo e penale per l’aspirante che rilasci dichiarazioni mendaci. I requisiti di ammissione e i titoli valutabili ai fini delle tabelle annesse ai bandi di concorso, devono essere posseduti entro la data di scadenza del termine di presentazione delle domande.

I modelli di domanda dovranno essere trasmessi all’Ambito Territoriale della provincia di interesse entro il termine improrogabile del 19 aprile 2017 , tramite:

- raccomandata A/R (farà fede il timbro e la data dell’Ufficio postale accettante);

-  consegna a mano (farà fede la data della ricevuta rilasciata dall’Ambito Territoriale ricevente);

- P.E.C. (farà fede la data di invio della PEC).

Si precisa invece che l’ALLEGATO G, modello di scelta delle sedi delle istituzioni scolastiche in cui si chiede l’inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto di 1^ fascia, dovrà essere inviato esclusivamente tramite la procedura telematica delle “istanze on-line”.

Scarica qui gli allegati

mar 272017
 

28_3_2017Sono molto disponibili a spostarsi dal luogo di residenza, ma si aspettano per la loro vita un lavoro stabile. Questo il dato che emerge da un’indagine condotta dalla Cisl Scuola in preparazione dell’iniziativa “Giovani, scuola, società, lavoro”, un momento di incontro e dialogo con gli studenti in programma domani, 28 marzo, a Roma presso l’ITIS Galilei con inizio alle ore 9,30. Prontissimo a spostarsi in cerca di lavoro il 66% dei ragazzi intervistati (alunni del quarto o quinto anno delle superiori), poco disponibile il 33%, solo l’1% afferma di non volersi allontanare. Ma ad aspettarsi di cambiare lavoro più volte nella sua vita è solo il 13%: prevede di farlo una o due volte il 29%, tutti gli altri (ben il 58%) si attendono un lavoro stabile. Considerano il lavoro una necessità e un diritto, ma soprattutto un fattore di autorealizzazione personale. Si dividono pressoché in parti uguali tra quanti pensano a un lavoro dipendente e quanti aspirano a un’attività di tipo autonomo o imprenditoriale. Guardano con fiducia al loro futuro, talvolta con entusiamo, ma non nascondono anche incertezze e a volte paura.
Aspirazioni, attese e preoccupazioni saranno al centro del dialogo che avrà per protagonisti gli studenti di alcuni istituti romani e alcuni autorevoli esponenti del mondo accademico e sindacale, portatori di conoscenze ed esperienze utili per l’esplorazione dei complessi intrecci che legano, o dovrebbero legare, i percorsi di studio e le aspettative di lavoro delle giovani generazioni.
A confrontarsi con gli studenti, col coordinamento della giornalista Claudia Fusani, saranno Leonardo Becchetti, docente di economia a Roma Tor Vergata, particolarmente impegnato sul versante della finanza etica e della responsabilità sociale di impresa, Alberto Felice De Toni, professore di ingegneria economico – gestionale, Magnifico Rettore dell’Università di Udine, segretario della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) e Marco Bentivogli, segretario generale della FIM, il sindacato dei metalmeccanici della CISL.
Sarà Maddalena Gissi, segretaria generale della CISL Scuola, a introdurre i lavori, le cui conclusioni sono affidate alla segretaria generale della CISL Annamaria Furlan. Interverrà nel corso dei lavori la sen. Valeria Fedeli, ministra dell’istruzione, università e ricerca, che ha più volte richiamato la centralità da assegnare alle problematiche della realtà giovanile e l’importanza che in tale ambito riveste il tema del rapporto fra scuola e lavoro.
L’iniziativa del 28 marzo si inquadra in un più ampio progetto che la Cisl Scuola intende promuovere, finalizzato a rafforzare l’attenzione e l’impegno educativo da porre sulle tematiche riguardanti la complessità del mondo giovanile, sulle responsabilità sociali che ne conseguono e sui percorsi che possono favorire, a partire dal ruolo svolto dal sistema scolastico e formativo, un fecondo dialogo intergenerazionale.

mar 272017
 

mae_11Con l’avviso prot. n. 3029 del 21.3.2017 il MAECI – in riferimento agli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di 2° grado nelle scuole italiane all’estero – detta le istruzioni operative per le domande concernenti le nomine per “funzioni di commissario di esame conferibili a personale docente in servizio in Italia, a.s. 2016/17”.

L’invio “on line” della domanda, debitamente compilata da parte degli interessati, potrà avvenire dal 29 marzo al 12 aprile 2017 (ore 12).

mar 272017
 

miur palazzoIl MIUR ha emanato la nota prot. n. 12045 del 20.3.2017 con la quale ricorda che il decreto n. 111 del 14.4.2016 del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha introdotto una modifica al comma 3 dell’art. 4 del decreto n. 507 dell’11.12.1997, recante le norme per l’istituzione del biglietto d’ingresso ai musei, gallerie, scavi di antichità, parchi e giardini monumentali.

Detta modifica consente al personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, l’ingresso gratuito nei suddetti siti dietro esibizione di idonea attestazione che dovrà essere rilasciata dalla Istituzione Scolastica di servizio. A tale scopo il Ministero ha predisposto uno specifico modello.

mar 202017
 

lena gissiCol DM 10 marzo 2017 n. 141 le Università vengono autorizzate ad attivare i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno in tutti gli ordini e gradi di scuola. Al decreto è allegata la tabella in cui sono indicati i posti autorizzati per ogni Ateneo. Le date dei test preliminari sono fissate, per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno, per i giorni 19 e 20 aprile 2017.
Lascia a dir poco perplessi – afferma la segretaria generale della Cisl Scuola, Maddalena Gissi - la distribuzione dei 9.649 posti complessivamente autorizzati sul territorio nazionale: appare infatti molto forte lo squilibrio che si determina fra le diverse aree territoriali, reso evidente dalla lettura di alcuni dati. A fronte, per esempio, dei 200 posti attivabili in Piemonte, o dei 310 dell’Emilia Romagna, sono ben 1.150 quelli autorizzati per la Campania e 1.165 per la Sicilia. E se in Lombardia si prevedono 1.270 accessi, nel confinante Veneto i posti saranno solo 280. Ma è anche difficile considerare equilibrata la previsione di 240 posti per l’intera Sardegna, a fronte dei 370 attivabili in Molise”.
È vero che le Università - prosegue Maddalena Gissi - hanno grande autonomia nel decidere l’attivazione di percorsi formativi, tuttavia non è pensabile che l’atto autorizzativo del Ministero finisca per essere una mera ratifica delle loro decisioni, che andrebbero collocate in un quadro di maggiore coerenza rispetto a parametri di cui non si può non tenere conto: dall’ampiezza dei bacini di riferimento, al prevedibile fabbisogno di personale specializzato nelle aree territoriali in cui i corsi vengono attivati. Quando l’offerta formativa delle Università si rivela carente proprio laddove è più consistente la domanda di personale specializzato (e viceversa), vale la pena chiedersi perché ciò avvenga e se non sia il caso di governare più efficacemente questi processi, anziché affidarli a quella sorta di ‘spontaneismo organizzativo’ delle Università cui abbiamo l’impressione di assistere”.
Altro interrogativo riguarda il ruolo svolto agli Uffici Scolastici Regionali, coinvolti nella programmazione delle attività e che dovrebbero conoscere molto bene le esigenze di personale specializzato nelle aree di loro competenza. “Che peso ha il loro parere? – si chiede la segretaria generale della Cisl Scuola - con quanta determinazione fanno valere le ragioni di un efficace servizio da rendere al territorio? Se poi tra le motivazioni addotte nel determinare la disponibilità di accessi – conclude Maddalena Gissi - vi sono quelle legate alla maggiore o minore dotazione di strutture, non ci si può non domandare se sia plausibile un così palese squilibrio nella consistenza strutturale dei nostri Atenei, fermo restando che andrebbe in ogni caso garantita la qualità dei percorsi formativi, vista anche la spendibilità dei titoli sull’intero territorio nazionale”.