mar 232013
 

 

                                  La Cisl promuove protesta operatori formazione professionale

“Crocetta ha il dovere istituzionale e sociale di chiarire cosa e come intende fare per tutelare i lavoratori. Al buio si rischia un massacro sociale”.

Lunedì 25 alle ore 9,30 protesta lavoratori davanti la sede  dell’assessorato regionale alla Formazione in via Ausonia

 La Cisl replica  a Crocetta sulla Formazione : “Non abbiamo alcun interesse e volontà a difendere un sistema  inadeguato costoso e fonte di tanti guai . Protestiamo per avere chiarezza sul futuro dei 10 mila operatori e delle loro famiglie, vogliamo sapere come il governo intende tutelare i lavoratori , quali azioni concrete ha predisposto a tale scopo”. Ad affermarlo annunciando la protesta che si terrà lunedì prossimo 25 marzo alle  ore 9,30 davanti la sede dell’assessorato regionale alla Formazione in via Ausonia, sono Maurizio Bernava Segretario regionale Cisl Sicilia, Vito Cudia Segretario regionale Cisl Scuola e Giovanni Migliore Responsabile Formazione Cisl Scuola. “E’ grave, e quanto antidemocratico,  l’invito del Presidente della Regione a non protestare, arrogandosi con fumosi dichiarazioni l’impegno a tutelare i lavoratori . Ribadiamo, non ci interessa difendere il sistema pachidermico degli enti di formazione professionali cosi com’è ma di riqualificarlo,  i lavoratori non devono però di certo pagare gli errori dei governi passati e del governo attuale. Invitiamo pertanto gli operatori in piazza lunedì , resteremo li fino a quando non avremo risposte serie e concrete e non i soliti annunci” concludono Bernava Cudia e Migliore.

 

                                                                                                          Palermo, 22  marzo 2013

Ufficio Stampa