dic 042014
 

Sentenza Corte Europea, il supporto della Cisl Scuola per la tua azione legale

Contro la precarietà, per la stabilità del lavoro

I problemi del personale precario sono da sempre al centro dell’attenzione per la Cisl Scuola, che ad ogni livello e in modo particolare attraverso le sue strutture territoriali dedica ad essi grande attenzione e forte impegno, assicurando in modo assiduo e costante ogni necessario intervento di assistenza e tutela sindacale. In termini più generali, il contrasto alla precarietà del lavoro e la richiesta di una sua piena stabilizzazione sono per la Cisl Scuola obiettivi prioritari, insieme a quello di garantire a chi lavora precariamente il massimo della tutela sul piano legislativo e contrattuale.

Promuovere ricorsi senza diventare “ricorsificio”

L’assistenza in sede giudiziale, che in ogni territorio viene assicurata attraverso accordi e convenzioni con studi legali di comprovata competenza, in modo da ridurre al minimo i costi a carico degli interessati, è per la Cisl Scuola un ambito che si affianca, senza mai sostituirla, all’azione sindacale; questa rimane la via maestra per affrontare e risolvere i problemi attraverso soluzioni rispondenti quanto più possibile a una rappresentanza generale, evitando il rischio di un’esasperata conflittualità fra interessi particolari fra loro contrastanti.

Le nostre convenzioni con gli studi legali

È una linea rispondente a precisi tratti di identità politica e culturale che la Cisl Scuola intende seguire con coerenza anche in questa fase, nella quale è prevedibile un moltiplicarsi della domanda di assistenza legale per far valere i diritti affermati dalla recente sentenza della Corte di Giustizia Europea.
Al personale precario, che in moltissimi casi già conosce i servizi di assistenza e tutela offerti dalla Cisl Scuola sul territorio, consigliamo di contattare direttamente la sede Cisl Scuola operante sul territorio per una verifica della propria situazione e anche per conoscere le condizioni di particolare favore che le convenzioni con gli studi legali prevedono per gli iscritti al nostro sindacato.

Elenco delle sedi territoriali Cisl Scuola 

Sentenza Corte Europea, alcuni adempimenti necessari

Come è noto, la Sentenza della Corte Europea non produce direttamente effetti ma fornisce orientamenti e indicazioni per le decisioni che saranno comunque i giudici del lavoro ad assumere in esito alle cause che saranno promosse dagli interessati. Quindi vanno attivate azioni di ricorso rispetto alle quali vi sono alcuni adempimenti importanti che vanno comunque assolti come atti preliminari. Questo vale anche per chi abbia già in atto vertenze attivate con l’appoggio delle nostre strutture per la stabilizzazione del rapporto di lavoro e/o il riconoscimento di benefici retributivi.