giu 172016
 

Prendono avvio alle 15 i lavori del corso di formazione per nuovi quadri organizzato dalla Cisl Scuola nazionale, che si svolge a Firenze, nella prestigiosa sede del centro Studi Cisl. Trentasei i partecipanti, provenienti da tutte le regioni italiane, che da oggi a domenica saranno impegnati in una fittissima serie di incontri, a partire da quello in programma oggi pomeriggio con la partecipazione dell’intera segreteria nazionale. Da domani mattina, per l’intera giornata e fino alla conclusione prevista domenica, i lavori saranno coordinati dal prof. Alberto Felice De Toni, professore ordinario di ingegneria economico – gestionale, Rettore dell’Università di Udine e Segretario Generale della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.
Saranno altre quattro le tappe del percorso di formazione che i corsisti si sono impegnati a seguire, un percorso indubbiamente impegnativo, anche tenendo conto che gli incontri, per ragioni organizzative, impegneranno ogni volta l’intero week end.
Puntando ad assicurare il massimo livello di qualità dell’offerta formativa, la Cisl Scuola, oltre a coinvolgere direttamente l’istituto Irsef Irfed nell’organizzazione del corso, ha definito un rapporto di collaborazione con l’Università di Roma Tre.
Quello che parte oggi è comunque solo il primo percorso di formazione: un secondo, con le medesime tematiche e la stessa articolazione nel tempo (cinque incontri) si è reso necessario per l’alto numero di adesioni (in tutto 75), che ha costretto a suddividere i corsisti in due distinte sezioni.
Uno sforzo che si raddoppia, ma che vale assolutamente la pena sostenere, in attuazione dell’impegno a rilanciare un forte investimento in formazione dei quadri assunto dalla segreteria nazionale anche alla luce delle indicazioni scaturite nella recente conferenza organizzativa della Cisl Scuola.
Fare sindacato oggi non richiede soltanto le competenze tecniche necessarie a svolgere con efficacia i servizi di consulenza e assistenza, assicurati dalla Cisl Scuola su tutto il territorio nazionale: sempre più si rivela indispensabile possedere un’adeguata capacità di lettura, sotto il profilo economico, politico, culturale e sociale, degli scenari complessi in cui si svolge l’azione del sindacato. Sindacato il cui ruolo va sostenuto e valorizzato prima di tutto sviluppandone quanto più possibile la capacità di elaborazione e di proposta.