apr 042017
 

ragazziuscitascuola_01Non si può pensare di fare cassa ancora una volta sulla scuola italiana”. Lo dichiarano in una nota congiunta la segretaria generale Cisl, Annamaria Furlan, e la segretaria generale Cisl Scuola, Lena Gissi, che rivolgono un appello “al senso di responsabilità del presidente del Consiglio Gentiloni e di tutto il governo che deve mantenere nel DEF gli impegni sulle assunzioni in ruolo del personale per garantire a settembre l’avvio di un regolare anno scolastico”.

Non faremo sconti al governo su questo tema, perché è in gioco non solo la stabilità occupazionale di tante lavoratrici e di tanti lavoratori, ma soprattutto il normale funzionamento della scuola pubblica”, si legge ancora nella nota sindacale.

Un’eventuale marcia indietro da parte del governo sulle assunzioni provocherebbe un’ulteriore ondata di supplenze all’inizio del prossimo anno scolastico, con ripercussioni gravi nel percorso didattico e formativo degli studenti”.

(Notizia ANSA, 3 aprile 2017)