mag 182017
 

dirigenti-scolasticiI responsabili delle strutture nazionali di coordinamento dei Dirigenti Scolastici di FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA RUA, SNALS CONFSAL hanno diffuso in data 16 maggio un comunicato unitario in cui affermano la volontà di dare piena applicazione alle disposizioni contrattuali in materia di passaggio dei docenti da ambito a scuola e rivendicano nel contempo il ritorno al contratto anche di tutte le materie che riguardano il rapporto di lavoro dei dirigenti scolastici (formazione, mobilità, salario accessorio, sanzioni disciplinari, valutazione).
Questo il testo del comunicato:

I Dirigenti scolastici applicano leggi e contratti 
I dirigenti scolastici di FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal, che rappresentano la maggioranza dei dirigenti scolastici del Paese, attueranno il CCNI sull’assegnazione dei docenti dagli ambiti alle scuole sottoscritto dai Sindacati e MIUR il 12 aprile 2017 perché sanno che i contratti sono fonti di diritto e, in materia di rapporto di lavoro, hanno funzione normativa cogente.
Il CCNI sulla mobilità per l’a.s. 2017/2018, richiamandosi alle indicazioni contenute nella legge 107/2015 e tenendo conto del successivo Accordo Governo-MIUR di Palazzo Vidoni del 2016, ha costruito una procedura che valorizza il ruolo dei dirigenti e del collegio dei docenti.
I dirigenti scolastici di FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal, ritengono che il ritorno, sia pur parziale, della mobilità dei docenti nell’alveo contrattuale rappresenti un primo significativo passo nella direzione del ritorno al contratto anche di tutte le materie che riguardano il rapporto di lavoro dei dirigenti scolastici. Formazione, mobilità, salario accessorio, sanzioni disciplinari, valutazione devono tornare anche per i dirigenti scolastici nella piena disponibilità del negoziato contrattuale.

Roma, 16 maggio 2017

FLC CGIL Gianni Carlini
CISL SCUOLA Paola Serafin
UIL SCUOLA RUA Rosa Cirillo
SNALS CONFASAL Pasquale Ragone

 Files: