mag 282017
 

congresso-nazionalePrendono il via lunedì 29 maggio a Castellaneta Marina (TA) i lavori del 6° congresso nazionale della Cisl Scuola, la più grande organizzazione sindacale, per numero di iscritti, del settore istruzione e formazione. Saranno 265 i delegati, in rappresentanza di 240.000 associati, numeri che fanno della Cisl Scuola una delle federazioni di categoria più consistenti all’interno della Cisl. 
Il rilancio di un’idea di scuola come comunità professionale sostenuta dal protagonismo professionale dei suoi operatori, valorizzando in modo particolare le sedi partecipative a partire dagli organismi collegiali, è il tema cui si ispira il motto del congresso (Fare comunità, generare valori); chiaro l’invito a correggere il tiro dopo le suggestioni manageriali e “meritocratiche” cui si è in buona parte ispirata la legge 107 del 2015, oggetto di critiche e richieste di modifica che la relazione introduttiva della segretaria generale Maddalena Gissi, in apertura dei lavori, non mancherà di ribadire.
Anche la scelta degli esterni che interverranno ai lavori del congresso, offrendo ulteriori stimoli al dibattito che impegnerà i delegati nelle giornate di martedì e mercoledì, indica chiaramente la direzione in cui la linea della Cisl Scuola si orienterà nell’immediato futuro: Eraldo Affinati rilancerà il tema dell’accoglienza e dell’istruzione come strumento di riscatto sociale e affermazione di piena cittadinanza, principio che anima l’esperienza della sua scuola per stranieri Penny Wirton con l’esplicito richiamo alla grande lezione di don Lorenzo Milani. A una premialità sottratta alla logica individualistica del mercato farà riferimento l’intervento dell’economista Luigino Bruni, mentre Luigina Mortari evidenzierà l’esigenza che la scuola promuova i saperi di cittadinanza e curi il tema delle virtù e del Bene Comune.
Atteso per mercoledì l’intervento di Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl. Nella giornata di apertura è in programma, subito dopo la relazione introduttiva, un intervento in diretta video della ministra dell’istruzione Valeria Fedeli; altri rappresentanti della politica e delle istituzioni hanno annunciato la loro presenza ai lavori, che saranno trasmessi in diretta streaming per tutta la loro durata.
In chiusura del congresso l’elezione del nuovo consiglio generale – che si riunirà immediatamente per l’elezione della segreteria – e dei delegati che rappresenteranno la categoria al congresso della Cisl in calendario a fine giugno.