ago 032017
 

xxxSi è tenuto il primo agosto l’incontro al MIUR alla presenza del Vice Capo di Gabinetto Rocco Pinneri in risposta alla richiesta di CISL Scuola, Snals e Gilda relativamente a numerose problematiche riguardanti il Personale docente di Religione Cattolica. Nell’incontro la CISL Scuola, con le altre Organizzazioni sindacali, ha espresso la forte preoccupazione per le numerose questioni di carattere sia squisitamente tecnico che di più ampio orizzonte professionale che interessano in particolare i docenti di IRC. 
Gli aspetti di forte criticità si sono particolarmente evidenziati sia con l’entrata in vigore della Legge 107/15 che a seguito di reiterate inadempienze relative ad aspetti di ordinaria gestione del personale incaricato annuale in ordine al regolare pagamento delle retribuzioni con l’inizio dell’anno scolastico. Resta inoltre ancora aperta la questione delle ore di programmazione per i contratti con orario ridotto della scuola primaria.
Alle analisi di carattere tecnico si sono aggiunte osservazioni in merito al mancato organico del potenziamento derivante appunto dalla entrata in vigore della Legge 107/15, il mancato riconoscimento della Card Formazione per gli IRC incaricati, come per i restanti docenti a tempo determinato, la delicata situazione dei vicari del D.S. per cui non è possibile la sostituzione con supplente, la prospettiva dell’entrata in vigore nel 2019 del comma 131 della Legge sulla “buona Scuola” che determinerà l’interruzione del rapporto di lavoro a tempo determinato per chi ha superato i 36 mesi di servizio e, non ultimo in ordine di importanza, la richiesta dell’ avvio di tutte le procedure per giungere al più presto all’emanazione di un prossimo bando di concorso per coprire i quasi 5000 posti vacanti dei docenti RC oggi incaricati.
Il Vice Capo di Gabinetto Rocco Pinneri, pur non fornendo risposte sufficientemente esaustive ai problemi rappresentati e rilevando una sostanziale difficoltà da parte del Miur ad intervenire su aspetti normativi e legislativi che determinino ulteriori costi per l’Amministrazione, si è comunque impegnato ad aprire un tavolo di confronto entro il mese di agosto su tutte le problematicità poste, a partire dall’analisi del fabbisogno e conseguente approfondimento normativo in merito all’avvio dell’iter per il prossimo concorso per docenti di Religione Cattolica.
Nel corso della riunione ci è stata fornita inoltre una nota destinata ai Direttori Regionali che fornisce indicazioni e chiarimenti in ordine alle procedure e tempistiche per una regolare stipula dei contratti dei docenti di religione cattolica incaricati annuali e regolare pagamento del mese di settembre.
Con questo primo incontro, interlocutorio, che ha avuto lo scopo di porre all’attenzione del Gabinetto della Ministra tutte le problematiche aperte relative ai docenti di Religione cattolica anche in un quadro più ampio riguardante più in generale le condizioni del precariato della scuola, si auspica possa avviarsi una fase di confronto serrato e produttivo per giungere alla definizione e risoluzione di molti aspetti di criticità di carattere professionale ed organizzativo dei Docenti RC che ad oggi sono rimasti irrisolti.

File